Non c’è niente di più bello che uscire dalle stressanti dinamiche metropolitane ed immergersi nel relax, ricaricare le batterie e respirare un po’ di aria pulita, anche solo per un week end.

Se questo è quello che state cercando allora il posto giusto si trova in Toscana nella provincia di Grosseto, meglio noto come Pitigliano.

LA STORIA

Pitigliano è un grazioso paese arroccato di soli 3.754 abitanti, il centro storico è conosciuto come la “Piccola Gerusalemme” nome dovuto alla presenza di una vasta comunità ebraica.

Sua principale caratteristica sono le case sporgenti dallo sperone di tufo. Questo rende particolare la vista del paese dal basso ed il panorama del paese stesso, tra la vastità del cielo ed il verde della natura incontaminata ricca di torrenti. Un luogo prezioso quanto una piccola perla, inserito dall’ ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) nella lista dei Borghi più belli d’Italia.

TRA UN ARTIGIANO E L’ALTRO

Come trascorrere il tempo a Pitigliano non è assolutamente un problema. Oltre alla possibilità di visitare le diverse Chiese e Sinagoghe, è piacevolissimo anche passeggiare tra le piccole vie del centro storico, e lasciar cadere l’attenzione sui piccoli negozi cui prodotti, di qualunque natura siano, sono per lo più artigianali. Vasi, piatti, orologi in ceramica dai mille colori e dalle forme più originali. Giovani artisti che mostrano all’interno delle vetrine le loro opere d’arte; dipinti d’arte moderna, oggetti in legno lavorato che assumono la forma di piante, lampade e penne. Esposto anche il laboratorio, dove si può osservare il momento creativo, particolare che suscita l’interesse di molti.

Ma non bisogna tralasciare la parte gastronomica. Negozi curati alla perfezione in cui si possono trovare tartufi, barattoli di marmellate che variano sia per forma che per contenuto, vini bianchi e rossi per ogni gusto, dai più morbidi ai più fruttati.

Impossibile non essere rapiti da tutto quello che si può trovare in ognuna di queste attività commerciali.

SVAGO

In un luogo così concentrato non può mancare un punto di riferimento dove gli amici si danno appuntamento dopo il lavoro e le famiglie si rilassano tra una chiacchiera e l’altra, mentre i bambini vengono lasciati liberi di correre e giocare. Proprio nel centro storico troviamo, infatti, un piccolo locale attrezzato per tutte le stagioni, dove poter sorseggiare un calice di vino e godere di un piccolo ma sfizioso aperitivo a buffet. Nella piazza in cui sono situati i tavoli i più piccoli si divertono con la semplicità di quei giochi che, purtroppo, in città non si fanno quasi più.

LA SERA

Per concludere al meglio una gita in questo delizioso centro da cui si può ammirare il verde della Toscana, non può assolutamente mancare una gustosa cena ricca di piatti cui prodotti tipici allietano il palato.

Le pappardelle al ragù di cinghiale, per esempio, rimangono uno dei piatti più consumati non solo dai turisti ma anche dagli autoctoni. La pasta, rigorosamente fatta in casa, ha quel sapore autentico e genuino. È sicuramente un paradiso per gli amanti della carne, vista l’ampia scelta di salumi che viene proposta prima di ogni pasto e la varietà di bistecche che rende difficile la scelta finale.

Da tenere bene a mente è l’orario in cui ci si siede a tavola per la cena, che non deve scavallare le otto. Se ci si protrae troppo in chiacchiere prima di decidere dove mangiare si rischia di trovare le cucine chiuse e questo perché i pitiglianesi considerano fondamentale il riposo notturno, proprio perchè permette di essere pronti ad affrontare una gita, nei paesi accanto, il giorno successivo.

Pitigliano è una vera scoperta, un modo per lasciarsi alle spalle il lavoro, lo stress quotidiano e la frenesia cittadina. La cortesia dei residenti, sempre sorridenti e disponibili, rende ancora più piacevole il soggiorno ed invoglia i turisti a ripetere l’esperienza. Aria pulita, ottimo cibo, buon vino e tutta la calma necessaria per ripartire con una nuova settimana lavorativa in modo molto più disteso.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here