A Lugo un’operazione al cuore su ultracentenaria

0
183

Ci sono situazione nelle quali è il caso proprio di dire “non è mai troppo tardi”.

Questa frase la si può applicare serenamente alla signora di 105 anni ospite di una struttura per anziani che è stata operata nei giorno scorsi per l’impianto di un pacemaker (un dispositivo elettronico di piccole dimensioni impiantato nel torace con l’obiettivo di normalizzare le contrazioni del cuore generando impulsi elettrici adeguati) per blocco atrio-ventricolare di terzo grado (l’equipe era coordinata dalla Dottoressa Ida Rubino) all‘ospedale Umberto I di Lugo, in provincia di Ravenna. Il terzo intervento dal 2005 ad oggi su pazienti ultracentenari su un totale di 800 operazioni di questo tipo, come precisa l’AUSL locale. Quella più recente nel 2012 sempre su una paziente della stessa età. Questo tipo di intervento non è provo di rischi per i pazienti, soprattutto se in età avanzate. I principali problemi sono conessi ad eventuali infezioni durante l’impianto o a reazione di sensibilità al materiale con cui è stato costruito il dospositivo.

Un numero piccolo di certo, ma comunque una rarità se si pensa se equipe mediche, che spesso per motivi di approccio al tema e per motivi di risparmio economico non propone interventi simili a persone nella quinta età (con quinta età si intendono tutte le persone con più di 90 anni).

La paziente, che soffriva di una completa interruzione della trasmissione dell’impulso elettrico dagli atri ai ventricoli (potenzialmente letale vista l’età) è uscita in buone condizioni solo dopo 48 ore dall’intervento per rientrare senza problemi nella struttura per anziani di Lugo nella quale vive.

L’italia ormai da anni è considerato uno dei paesi più longevi del mondo (su questo sito è possibile vedere in maniera aggiornata la situazione degli over 100 nel nostro paese. Le previsioni dicono che tra 30 anni gli ultracentenari in Italia saranno più di 150 mila. Nel 2050 3.7 milioni nel mondo con l’italia al primo posto a livello numerici) e anche se sono ancora rare, operazioni come quelle sul cuore della signora romagnola stanno diventando una specializzazione della medicina moderna.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here