Napoli- Domani la tanto attesa inaugurazione del murales raffigurante Ilaria Cucchi

Napoli celebra la giustizia, l’impegno, il coraggio: Jorit, attraverso il murales, esalta questi valori nella rappresentativa figura di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi, la cui storia è stata ripresa e raccontata ampiamente negli ultimi mesi. E’ attualmente accertato che Stefano è stato vittima di un pestaggio da parte dei carabinieri, tenuto segreto dagli stessi. Il geometra romano è morto in carcere il 22 ottobre del 2009. Da questa data Ilaria ha lottato per far emergere la verità riguardo la tragica faccenda.
L’opera assume maggiormente rilievo, dunque, dopo i risultati delle ultime indagini.

Il murales è stato realizzato per l’inaugurazione che si sarebbe dovuta svolgere nella data emblematica della morte di Stefano, ma la protagonista, influenzata, non poteva essere presente: “Per una improvvisa indisposizione fisica di Ilaria Cucchi è stata rinviata, a breve, l’inaugurazione del murales realizzato dai ragazzi del Progetto Adolescenti dell’Assessorato al Welfare del Comune di Napoli, La Città dei Ragazzi, in via Verrotti nel territorio della quinta Municipalità”, è la nota del comune di Napoli.

 Il progetto èstato seguito dal tavolo interassessorile per la Street Art istituiton nell’ambito del Patto per la creatività urbana adottato dal Comune di Napoli Discovering Street Art Naples.

Lo street artist l’ha dipinto al quartiere Arenella, sul muro di una struttura abbandonata che grazie alla cooperativa sociale «La Locomotiva» diventerà una «Casa della Socialità».

L’inaugurazione avverrà domani 20 novembre alle ore 16:00, in via Verrotti all’Arenella; dinnanzi al Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’Assessore alle Politiche Sociali Roberta Gaeta, l’artista Jorit Agoch e Ilaria Cucchi.


Jorit ed “i suoi avversari”

L’artista italo-olandese Jorit Agoch ha il merito di aver arricchito le mura della città di Napoli con dipinti che sono messaggi sociali. Tuttavia il pensiero, pur essendo libero nello stato italiano, è sempre avversato. Difatti, intento alla realizzazione del murales, Jorit ha subito un’aggressione da un consigliere della V Municipalità di Napoli, Pietro Lauro, vicino ai movimenti di estrema destra. Egli ha richiesto, in modo reciso e perentorio, la diretta interruzione del lavoro, intimando Jorit di andarsene, minacciandolo con la violenza. Lo scontro fisico è stato evitato dal soccorso di alcuni passanti.


Il commento di Ilaria all’accaduto è arrivato puntuale: “chi ha dipinto questo murales è stato aggredito peraverlo fatto. Questa è l’immagine di ciò che ho dentro. Siamo sfiancati da 9anni di maratona processuale. Al Comandante Generale dell’Arma dico che vogliobene ai Carabinieri ma proprio per questo chiedo che vengano premiati coloro che hanno parlato e severamente puniti coloro che l’hanno infangata depistando,coprendo e minacciando. Senza se e senza ma. Nessuno sconto. Adesso”.
Lo street-artist ha utilizzato sul volto della donna un tratto tipico della sua arte: le linee sul volto,  per lui simbolo di umanità, che danno alla figura il tratto da guerriera, una combattente per la sua causa.

Jorit però è tristemente abituato a questo tipo di situazioni.
Lo scorso luglio ha subito addirittura l’arresto a Betlemme da parte di alcuni agenti israeliani: il motivo è stato la riproduzione di Ahed Tamini, la 17enne palestinese divenuta simbolo della resistenza che in quei giorni veniva liberata dopo aver scontato 8 mesi di carcere per aver schiaffeggiato duesoldati entrati con la forza in casa sua, nel villaggio di Nabi Saleh.

La rappresentazione pittoresca e significativa di Jorit è stata accompagnata da un suo personale commento su un muro: “per non dimenticare, per far comprendere a tutti che che anche la vita degli ultimi conta! Perché potrebbe accadere a chiunque, anche a te. Perché chi sbaglia non può essere chiamato a risponderne con la vita”.

ARTICOLI CORRELATI:  https://www.periodicodaily.com/cucchi-nuova-intercettazione-salvini-errore-un-carabiniere-non-infanga-larma/ ; 
https://www.periodicodaily.com/sulla-mia-pelle-il-film-su-stefano-cucchi-in-proiezione-ad-avezzano-aq/
https://www.periodicodaily.com/stefano-cucchi-imputato-ammette-pestaggio/
/https://www.periodicodaily.com/stefano-cucchi-sulla-sua-pelle/

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here