A Casa Tutti Bene – un ottimo film che tutti dovremmo vedere

"A Casa Tutti Bene" è sicuramente uno dei migliori film italiani degli ultimi anni: cast stellare, grande regista, bella location, trama molto significativa.

0
1066

“A Casa Tutti Bene” è un film a metà strada fra drammatico e commedia diretto da Gabriele Muccino, nonché sceneggiato a quattro mani con Paolo Costella. Il film include un cast molto ricco di stelle del cinema italiano: Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino, Carolina Crescentini, Sandra Milo, Stefania Sandrelli, Claudia Gerini, Elena Cucci, Massimo Ghini, Sabrina Impacciatore ed altri. La pellicola è riuscita ad incassare oltre 9 milioni di euro: un risultato incredibile per un film italiano.

TRAMA: Ogni anno, Alba e Pietro fanno una riunione di famiglia con tutti i loro figli, i rispettivi compagni, i loro nipoti, fratelli, sorelle e perfino eventuali ex di alcuni dei loro figli. Come in tutte le riunioni di famiglia, si inizia con una patina di finta allegria, di totale assenza di problemi, ma quando le condizioni meteorologiche impediscono a tutti di andare via dall’isola in cui si svolge la riunione i contrasti più profondi e le instabilità mentali dei vari protagonisti emergono in un connubio devastante che non lascia scampo a nessuno.

Valutazione “A Casa Tutti Bene”

“A Casa Tutti Bene” è un film a dir poco geniale, che riesce ad affrontare molte tematiche: la falsità di tanti rapporti fra familiari (e non solo) che nascondono in realtà tanto veleno, le insicurezze che minano alla felicità di una persona e di intere famiglie, i problemi che emergono quando si ha a che fare con persone per troppo tempo. La regia di Muccino è impeccabile, riesce a mostrare in maniera viscerale la psicologia di personaggi assolutamente realistici, dando vita ad una “tragedia greca” in cui ciascuno di noi può rivedersi in uno o più personaggi. La situazione creata è un po’ un estremizzazione dei classici pranzi di Pasqua e di Natale, delle situazioni in cui siamo costretti ad interagire con zii e parenti vari con cui in realtà non vorremmo avere a che fare, persone che non ti conoscono per davvero e che non sono intenzionate a farlo ma con cui devi avere a che fare per via di mere consuetudini sociali. Si tratta di un tema molto “italiano”, che ogni spettatore potrà sentire vicino, ma contro cui difficilmente prenderà provvedimenti nonostante i messaggi chiari dati dal film.

Pierfrancesco Favino compie 50 anni. Uno degli attori più maturi del cinema italiano

Le interpretazioni dei vari attori coinvolti sono impeccabili, tutti riescono a calarsi con una naturalezza pazzesca nei loro personaggi e trasformarli in persone reali a tutti gli effetti: a questo c’è da aggiungere anche la grande fama di molti dei nomi coinvolti, un fattore da non prendere sottogamba in quando dà molto al film in termini di appetibilità – soprattutto nel momento in cui va in onda in una rete mainstream come RAI 1. Fenomenale anche la location, che rievoca quel senso di viscerale ed imbattibile isolamento ideato per la prima volta dalla penna di Agatha Christie in “10 Piccoli Indiani” e che rimane attuale e versatile in ogni tipologia di intrattenimento ed in ogni genere cinematografico o letterario. In definitiva ci troviamo davanti ad un film perfetto, con tante scene evocative e sentite (nel bene e nel male) ed un cast da urlo che rende giustizia ad una gran bella trama. Consigliatissimo.

“A Casa Tutti Bene” va in onda oggi in prima visione su RAI 1: ecco il trailer. Il film è disponibile in streaming sulle piattaforme Amazon PrimeVideo, RaukenTV, TimVision, Chili, iTunes, Google Play, Youtube.

Commenti