A Camerino la prima mostra sull’arte sopravvissuta al sisma

0
513
mostra camerino fuori le mura

La mostra del ‘cratere’: così è stata definita “Camerino fuori le mura: prospettive d’arte dal Quattrocento al Settecento”. Si tratta della prima rassegna di opere d’arte sopravvissute al terremoto che ha colpito il Centro Italia nell’agosto del 2016. Il paese di Camerino avrà l’onore di aprire domani 25 giugno 2021 l’evento dove l’arte torna al pubblico dopo il sisma.

I promotori della rassegna e le collaborazioni

L’evento si è concretizzato grazie alla promozione della Regione Marche, insieme al Comune, all’Arcidiocesi e all’Università di Camerino. Hanno collaborato alla realizzazione il Ministero della Cultura, la rete Camerino Musei Civici e Diocesani, Musei Civici di Camerino, il Museo Diocesano di Camerino, con il sostegno di Contram (Servizi per la Mobilità), il Lions Club International di Camerino e Fermo.

A Camerino non solo le opere d’arte salvate dal sisma

Camerino mostrerà le opere le opere d’arte del territorio salvate dal sisma e che da domani torneranno alla fruizione. Inoltre, entrano a far parte del percorso della mostra anche quei lavori artistici che sono stati sottoposti a interventi di restauro. Altri, invece, saranno mostrati tramite l’utilizzo di nuove tecnologie grazie alla collaborazione tra lo spin off dell’Università di Camerino “Art & Co. srl” e l’azienda Haltadefinizione. Ci sarà la possibilità di ammirare opere come la Pala d’Altare del Tiepolo, il ritratto del Dosso Dossi di Giulia da Varano l’ultima duchessa di Camerino e il busto bronzeo del Bernini raffigurante papa Urbano VIII.

Sede e Orari di apertura

La mostra è ubicata a Palazzo Castelli, in via Giacomo Leopardi 21. Sarà aperta venerdì, sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 fino al 19 settembre 2021. Per ulteriori informazioni e biglietti telefonare al numero 366 658 2674. Consultare anche la pagina Facebook.