A Art Night Venezia nuove produzioni filmiche

Fondazione In Between Art Film partecipa alla notte dell'arte veneziana con la mostra "Penumbra"

0
265
Art Night Venezia
Un filmato della mostra "Penumbra"

Fondazione In Between Art Film partecipa a Art Night Venezia con l’apertura straordinaria, dalle 10 alle 23 di sabato 18 giugno, della mostra Penumbra. L’esposizione è allestita al Complesso dell’Ospedaletto e della Chiesa di Santa Maria dei Derelitti per la Biennale Arte.


A Venezia Penumbra presenta videoinstallazioni


Cosa propone a Art Night Venezia la mostra Penumbra?

Riflettendo sulle immagini in movimento come spazio di trasformazione materiale e metaforica, le opere parlano quindi di un mondo globale e frammentato. Invitano pertanto a volgere l’attenzione a scenari in trasformazione, tra vulnerabilità e immunità, verità e finzione, distruzione e affermazione, anche solitudine e collettività.

Gli eventi collaterali alla mostra Penumbra

Per tutta la sua durata, la mostra sarà accompagnata da un programma pubblico intitolato Vanishing Points. Curano gli appuntamenti da Bianca Stoppani e Paola Ugolini, Editor e Curator di Fondazione In Between Art Film. Giovedì 23 giugno alle 19: Jonathas de Andrade in conversazione con Jacopo Crivelli Visconti. Poi sabato 2 luglio alle 19: Ana Vaz in conversazione con Filipa Ramos e Patricia Saragueta. Per partecipare è richiesta la prenotazione.

Un progetto filmico che presenta nuove produzioni a Art Night Venezia

L’esposizione è pensata da Alessandro Rabottini e Leonardo Bigazzi, Direttore Artistico e Curatore della Fondazione. Penumbra presenta una serie di nuove produzioni video e filmiche commissionate a Karimah Ashadu (1985, Regno Unito), Jonathas De Andrade (1982, Brasile). Hanno partecipato anche Aziz Hazara (1992, Afghanistan), He Xiangyu (1986, Cina), Masbedo (Nicolò Massazza, 1973 e Iacopo Bedogni, 1970, Italia). Rientrano nel progetto pure i lavori di James Richards (1983, Regno Unito), Emilija Škarnulytė (1987, Lituania) e Ana Vaz (1986, Brasile). Tutte le otto le opere sono quindi prodotte da Fondazione In Between Art Film. L’istituzione è infatti fondata da Beatrice Bulgari per sostenere artisti e istituzioni attive nel campo delle immagini in movimento.

Immagine da cartella stampa.