A Almo Collegio Borromeo opere di Fondazione Pomodoro

Le opere monumentali della collezione della Fondazione Arnaldo Pomodoro installate agli Horti dell’Almo Collegio Borromeo di Pavia

0
192
Almo Collegio Borromeo
In.seme, Ivan Tresoldi (opera in fase di realizzazione)

Da sabato 17 settembre riaprono al pubblico gli Horti, il parco di 35.000 metri2 dell’Almo Collegio Borromeo di Pavia che l’istituzione ha riqualificato luogo aperto a tutti. Uno spazio in cui si intrecciano habitat naturali, arte contemporanea, etica, equità e inclusione sociale. Gli oltre tre ettari nel centro storico, un tempo impiegati alla coltivazione di ortaglie e frutteti, diventano oggi luogo di socialità e conoscenza. Il progetto realizzato con Fondazione Pomodoro nasce quindi dalla volontà di valorizzare il patrimonio storico del centro universitario di merito più antico d’Italia.


Alla Fondazione Arnaldo Pomodoro Pamela Diamante


Cosa sarà proposto all’Almo collegio Borromeo?

Basandosi su tre temi cardine, Arte, Natura e Etica, Horti.Oasi esprimono l’impegno alla valorizzazione e salvaguardia della biodiversità. Horti.Arte offrono l’esposizione permanente di pitture murali e sculture di artisti contemporanei. Horti.Etica favoriscono inclusione sociale, reinserimento lavorativo e promozione del volontariato. Il Rettore, Alberto Lolli, parla del progetto che è una promessa educativa. “In un momento sociale e storico complesso come l’attuale il Collegio intende inserirsi in modo attivo nei processi di rilancio e ricostruzione dello spazio pubblico. Promuoviamo luoghi di socialità, intrecci di saperi e senso etico”. Completa poi il progetto del parco Zero, punto di ristoro gestito da Planeat.eco, particolarmente attento ad uno stile di vita sostenibile.

La collaborazione con Fondazione Arnaldo Pomodoro

L’istituzione ha aderito con entusiasmo al progetto Horti.Arte concedendo in comodato gratuito alcune opere della propria collezione. Sono sculture monumentali di Arnaldo Pomodoro, Nicola Carrino, Gianfranco Pardi, Luigi Mainolfi, Mauro Staccioli e Salvatore Cuschera che abiteranno gli spazi del parco. Le creazioni saranno quindi poste accanto a lavori commissionate dal Collegio a Ivan Tresoldi e David Tremlett. Gli Horti saranno gratuitamente aperti al pubblico dal martedì alla domenica, visitabili anche attraverso un’App che guiderà l’utente alla scoperta della bellezza del parco.

Immagine da cartella stampa.