730: Nuove date e modalità di presentazione

Novità per il 730. Cambiano le date e la modalità di presentazione. Si parte dal 5 maggio 2020.

0
362

Diverse novità quest’anno per la presentazione del modello 730 da parte dei dipendenti, lavoratori a progetto, pensionati e collaboratori coordinati e continuativi. Con i decreti collegati all’emergenza Covid 19 si è voluto anticipare di un anno le novità annunciate per la dichiarazione, previste inizialmente per il 2021.

https://www.periodicodaily.com/nuove-tasse-e-nuove-modalita-di-compilazione-dei-modelli-di-pagamento-2020/

Le prime novità riguardano il precompilato

Le prime novità riguardano il 730 precompilato. È stato fissato al 30 aprile il termine entro cui l’Agenzia delle Entrate deve rendere accessibile ai contribuenti la dichiarazione precompilata. Occorre ricordare che solo quest’anno i termini di pubblicazione della precompilata sono slittati al 5 maggio, per consentire, in considerazione dell’emergenza Covid-19, tempi maggiori ai contribuenti di trasmettere ogni dato utile che dovrà confluire all’interno della dichiarazione precompilata.

Dalla data del 14 maggio i contribuenti potranno accedere alla propria precompilata e procedere all’accettazione o alla modifica della stessa, inviando, direttamente tramite web, il modello all’Agenzia delle Entrate. A differenza degli altri anni, quest’anno, in considerazione dell’emergenza Covid-19, i contribuenti che vorranno avvalersi delle prestazioni dei Caf o di un professionista abilitato, potranno conferire la propria delega telematicamente. Viene a decadere pertanto la presentazione cartacea e de visu. La delega, correttamente sottoscritta, dovrà pervenire corredata del proprio documento di riconoscimento. In alternativa, dove non possibile procedere con la trasmissione telematica della delega, il contribuente potrà trasmettere, sempre con il tramite di strumenti informatici, un video o un messaggio di posta elettronica. 

Cambiano le date di presentazione e trasmissione

Novità nel decreto riguardano la scadenza di presentazione. Slitta al 30 settembre il termine di trasmissione del modello 730, a prescindere della modalità di presentazione. Il contribuente potrà, entro tale termine, inoltrare la propria dichiarazione avvalendosi del proprio sostituto di imposta, tramite un caf o un professionista abilitato. L’altra novità riguarda i dipendenti a tempo determinato. Anche questa categoria potrà presentare il modello 730 tramite il sostituto, a patto che il contratto duri almeno dal mese di presentazione della dichiarazione al terzo mese successivo.

Novità in vista anche per i sostituti d’imposta, Caf e professionisti abilitati. Sono state riviste infatti le scadenze per la presentazione all’Agenzia delle Entrate. Il termine per le dichiarazioni presentate dal contribuente alla data del 31 maggio viene fissato al 15 giugno. Per le dichiarazione presentate entro il 20 giugno il termine di trasmissione è stato fissato al 29 giugno. Scadenza fissata al 23 luglio per le dichiarazione presentate dal contribuente alla data del 15 luglio. Alla data del 15 settembre dovranno essere trasmesse le dichiarazioni presentate entro il 31 agosto. Infine entro il 30 settembre dovranno essere trasmesse tutte le dichiarazione presentate dal contribuente nel mese di settembre.

Conguaglio in ordine cronologico

Cambiano anche i termini per il conguaglio da parte del datore di lavoro. Viene a decadere il principio del termine fisso prestabilito, entro cui il sostituto d’imposta deve svolgere l’operazione di conguaglio. Il rimborso degli eventuali crediti maturati o la trattenuta delle somme risultanti a debito dalla liquidazione della dichiarazione avranno un periodo variabile. L’operazione di conguaglio sarà effettuata sulla prima retribuzione di competenza del mese successivo a quello in cui il sostituto ha ricevuto il prospetto di liquidazione. Le liquidazione verranno effettuate in base alla data di trasmissione del modello dichiarativo all’Agenzia delle Entrate.

 

Commenti