50 nuovi pianeti

Un salto oltre il nostro universo

0
296
50 nuovi pianeti
50 nuovi pianeti

Un algoritmo di nuovissima concezione, dopo aver analizzato vecchi dati della NASA ha confermato l’esistenza di 50 nuovi pianeti. L’algoritmo creato da astronomi e scienziati dell’Università di Warwick è stato utilizzato per esaminare i dati inviati dalle precedenti missioni del telescopio Kepler and Transiting Exoplanet Survey. Questo “satellite telescopio” è utilizzato dalla NASA per missioni fuori del nostro sistema solare.

50 nuovi pianeti scoperti da un nuovo algoritmo

Questo algoritmo è stato programmato per essere in grado di separare impulsi provenienti da pianeti reali dai falsi positivi. Questo incredibile algoritmo riesce anche a calcolare le probabilità che ogni potenziale pianeta sia reale abitabile e simile alla terra.

I pianeti trovati

I pianeti trovati hanno dimensione molto variabili: piccoli come la Terra o grandi come Nettuno, anche le loro orbite variano da un singolo giorno fino a 200 giorni. In genere, i rilievi fatti costantemente dagli scienziati, identificano migliaia di potenziali pianeti. Il lavoro di distinzione che divide i pianeti realmente utili allo scopo spetta agli astronomi, che tendono ad essere molto cauti.

Studiare 50 nuovi pianeti con una tecnica innovativa

Questa nuova tecnica non solo è più veloce di altri metodi, ma può anche essere automatizzata e migliorata con ulteriore formazione. I ricercatori suggeriscono che potrebbe essere utilizzata come uno degli strumenti utilizzati per convalidare i pianeti scoperti in futuro con un grado di precisione elevatissimo. Il dottor David Armstrong, del dipartimento di fisica dell’Università di Warwick, ha dichiarato: “L’algoritmo che abbiamo sviluppato ci consente la convalida di potenziali in pianeti reali. Gli studi fatti attraverso l’algoritmo ci consentono di fare un lavoro molto più efficiente”.

La nuova frontiera

Il nostro mondo di concepire la scienza e soprattutto l’astronomia è totalmente stravolto da questo algoritmo. I sogni e le speranze di trovare nuovi pianeti simili alla terra aumentano in maniera esponenziale ogni volta che guardiamo il cielo. I nostri occhi sono ormai puntati oltre il nostro sistema solare e ancora una volta la fantascienza e diventata scienza: star trek.

Commenti