Una mostra on line per i 40 anni del Csi Piemonte

Il Csi Piemonte ha attivato una "Call for ideas" per raccogliere progetti innovativi in ambito culturale, digitale e sanitario

0
368
Foto tratta da Pixabay di toyztechworld

La storia della digitalizzazione della pubblica amministrazione piemontese raccontata in una mostra fotografica. Per festeggiare i 40 anni del Csi Piemonte è stato organizzato un percorso ad immagini che ripercorre le tappe fondamentali dell’operato del Consorzio per il sistema informativo. L’evento celebrativo è disponibile anche online dove gli scatti sono catalogati in sezioni che descrivono i progetti e i personaggi che hanno dato impulso alla modernizzazione del lavoro negli Enti pubblici della regione.

Il Csi Piemonte ha anche avviato la prima edizione della “Call for ideas” che mette a disposizione delle risorse economiche per i progetti innovativi nel campo della salute, della cultura e delle competenze digitali.
Internet è stato scelto come strumento complementare per far conoscere la storia dei 40 anni del Csi Piemonte. Alla tradizionale esposizione fisica allestita nella sede del Consorzio per il sistema informativo è stata affiancata quella digitale che rappresenta lo sguardo al futuro che caratterizza l’operato di questa realtà regionale. Il Csi è composto da oltre cento soci, opera anche a livello internazionale e dal 2004 ha partecipato a 85 progetti del valore di 35 milioni di euro.

A chiusura delle iniziative per i 40 anni del Csi Piemonte è stata lanciata la raccolta di proposte per promuovere l’innovazione e l’evoluzione tecnologica nell’ambito della pubblica amministrazione. Possono partecipare “Call for ideas” le università e gli Enti di ricerca che hanno in programma dei piani culturali, informatici e relativi alla salute destinati a promuovere la crescita della regione. Sono proprio la valorizzazione del patrimonio piemontese e l’impiego delle nuove tecnologie in campo sanitario a essere considerati fattori di sviluppo per l’economia piemontese. I progetti che saranno presi in considerazione per essere finanziate con un bando che sarà emesso successivamente ci sono quelli che riguardano la telediagnosi, la teleassistenza e la telemedicina e i servizi per ridurre il digital divide a servizio dei cittadini.
Le proposte vanno trasmesse entro il 31 gennaio 2018.

Commenti