4 maggio 1861: nasce l’Esercito italiano

0
1024
Donne esercito italiano

Il 4 maggio 1861 l’allora Ministro della Guerra, Manfredo Fanti, proclama la nascita dell’ Esercito Italiano abolendo cosi l’ Armata Sarda.

4 maggio 1861: come nasce l’Esercito Italiano?

Visto la legge in data 17 marzo 1861, colla quale S.M. ha assunto il titolo di Re D’Italia, il sottoscritto rende noto a tutte le Autorità, Corpi ed Ufficiali militari che d’ora in poi il Regio Esercito dovrà prendere il nome di Esercito Italiano, rimanendo abolita l’antica denominazione di Armata Sarda. Tutte le relative iscrizioni ed intestazioni, che d”ora in poi occorra di fare o rinnovare, saranno modificate in questo senso”. La storia della Forza Armata è costellata di imprese significative tra cui la Battaglia di Custoza del 1866, la presa di Gorizia nel 1916, e la battaglia di Monte Lungo nel 1943.


Le donne nell’Esercito Italiano: 20 ottobre 1999


Le origini

In realtà le radici dell’esercito affondano in epoca preunitaria, come il 18 aprile 1656, quando il duca Carlo II Emanuele di Savoia, bolendo disporre di soldati addestrati da inserire nell’esercito sardo- piemontese, indisse un bando per il reclutamento di 1.200 uomini da inquadrare in un reggimento detto “delle Guardie”. Ciò segnò il passaggio dalle milizie di ventura alle unità permanenti, organismi propri dello stato. Il Reggimento delle Guardie fu il primo reparto permanente d’Europa, precursore dell’ attuale Esercito dei Professionisti.