31 maggio 1962: La Federazione delle Indie occidentali cessa di esistere

0
265

La Federazione delle Indie occidentali ( British Carribean Federation) è staya una federazione formata da isole caraibiche colonie del Regno Unito esistita dal 3 gennaio 1958 al 31 maggio 1962. Era identificata anche con il nome di Federazione delle Indie occidentali cessa britanniche. Con il termine di Indie occidentali britanniche s’intende tutt’ora l’area geografica dell’insieme di isole amche se poi nel corso della storia ognuna ha avuto propri sviluppi politici e sociali.

La Federazione del 1958 aveva come intento la creazione di un’unità politica capace di rendere ogni isola- membro indipendente dal Regno Unito, ma prima che ciò accadesse, la Federazione collasso’ a causa di insanabili conflitti interni di carattere politico.

Le province che costituirono la Federazione delle Indie occidentali cessa furono: Antigua e Barbuda, Barbados, Dominica, Grenada, Giamaica, Mointserrat, Saint Christopher- Nevis Anguilla, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine e Trinidad e Tobago.

Altre storiche nazioni delle Indie occidentali cessa, come Bahamas, Belize, le Isole Vergini britanniche e la Guyana scelsero di non entrare a far parte della Federazione perché stavano già pianificando di asdociarsi rispettivamente con le nazioni del Nord America, Centro America e Sud America.

Era già dal 1956 che le isole dell’arcipelago delle Antille studiavano un modo per creare una federazione, e solo dopo alcune delibere riuscirono, non senza qualche difficoltà, a portare a termine l’impresa. La neonata Federazione sarebbe comunque gravitata nell’orbita della Comunità britannica delle nazioni.

Il potere legislativo federale era esercitato dal sovrano di Gran Bretagna, Regina Elisabetta II, ed era rappresentato da un governatore generale, da un senato di 19 membri, e da una camera di rappresentanti, eletti in proporzione al numero degli abitanti: 17 deputati per la Giamaica, 2 per Antigua, 1 per Montserrat, 2 per le Isole Sottovento, 2 per Dominica, 2 per Granada, 2 per Saint Vincent, 2 per Santa Lucia, 5 per Barbados, 10 per Trinidad e Tobago. I senatori erano nominati dal governatore generale previa previa consultazione con governatori dei singoli paesi. Il potere esecutivo federale era esercitato dal governatore generale e da un Consiglio di stato.costituito da un primo ministro eletto dalla vamera dei rappresentanti e da 10 ministri scelti dal governatore tra i componenti la camera e il Senato. Il governo britannico era responsabile per la difesa ecper i rapporti con l’estero. Ciascun membro della Federazione aveva poi i propri organi legislativi ed escutivi per tutti gli organi interni.

Si discusse a lungo sulla sede della capitale finché non fu scelta una doppia collocazione sull’isola di Trinidad: la città di Chaguaramas e Port of Spain.

La popolazione totale della Federazione delle Indie occidentali era stimata tra i tre e i quattro milioni di persone, in maggioranza di origine africana occidentale. Erano presenti minoranze etniche tra cui inclusi indiani, europei, cinesi e nativi caraibi. La maggior parte della popolazione era protestante, ma era presente un numero significativo di cattolici e di sparute minoranze indù e musulmane.

Le prospettive di crescita delka Federazione erano rappresentate dallo sviluppo e dal commercio estero continuando l’obiettivo dell’ organizzazione per lo sviluppo e il benessere della regione caraibica creata nel 1940 con sede alle Barbados.

La fine

La fine della Federazione inizio’ nel gennaio del 1962 quando la Giamaica e Trinidad e Tobago divennero i primi paesi anglofoni dei Caraibi a raggiungere l’indipendenza. In seguito al fallimento della Federazione si crearono negli anno 9 stati – Antigua e Barbufa(1981), Barbados (1966), Dominica(1978), Grenada(1974), Giamaica (1962), Saint Kitts e Nevis( 1983), Santa Lucia (1979), Saint Vincent e Grenadine (1979), Trinidad e Tobago (1962) – mentre Anguilla, Mointserrat, le isole Cayman e le isole Turks & Caicos divennero territori britannici d’oltremare.

Commenti