27 arresti in Kenya per chi non utilizza la mascherina

0
720

Sono stati 27 gli arrestati a Mumias West in Kenya nella contea di Kakamega verso persone accusate di non aver indossato correttamente la mascherina anti COVID19. A confermare l’operazione la polizia e le autorità locali.

In Kenya è obbligatoria la mascherina?

Come molti paesi in Africa e nel mondo anche il Kenya ha reso l’uso della mascherina obbligatorio durante le uscite in pubblico e nelle attività lavorative. La norma, pubblicata ufficialmente dal Ministero della Salute kenyota è entrata in vigore su tutto il territorio nazionale a partire da aprile. A livello locale il rispetto della norma è a carico delle forze di polizia che hanno il compito di vigilare sulla cittadinanza per contenere la diffusione del nuovo coronavirus. Gli arresti in Kenya per chi non indossa la mascherina sono la misura più drastica e possono arrivare ad un periodo massimo di sei mesi. Una pena alternativa è invece invece una sanzione di 20.000 Kes. L’obbligo della mascherina o di qualsiasi altro strumento che copra la bocca riguarda anche qualsiasi autista di mezzi pubblici e privati.

Gli arresti in Kenya pro mascherina

A commentare gli arresti di lunedì scorso è stato il responsabile della polizia locale di Mumia West, Paul Mengich.
Si è deciso di far schioccare la frusta per farci sentire portando a termine 27 arresti” ha riferito Mengich alla testata Citizen Digital. “Alcuni fermi riguardano in alcuni casi pedoni mentre altri persone che stavano lavorando nelle proprie attività“.

Lo stesso responsabile della polizia locale ha precisato che le operazioni di controllo e di rispetto delle norme continueranno anche nei prossimi giorni.
I metodi utilizzati contro i trasgressori non sorprendono però solo l’opinione pubblica principalmente occidentale. Le polemiche sulla legittimità o meno degli arresti cominciano ad essere al centro anche di dibattiti locali anche in Kenya. Alcuni esponenti della cittadinanza di Mumias West hanno infatti riportato a Citizen Digital anonimamente che la stessa polizia non rispetterebbe molto spesso il regolare utilizzo obbligatorio delle mascherine.