Gp Silverstone: la Ferrari espugna Silverstone

0
242

Si è appena concluso il decimo Gran Premio del mondiale di Formula 1 2018, a Silverstone, e già si parla di una delle sfide più belle degli ultimi tempi nel panorama dei motori. Quello che, dopo la grande pole position di sabato, doveva essere il quinto successo di Lewis Hamilton in casa sua si è trasformato in un Gp adrenalinico e combattutissimo.
La partenza sbagliata di Hamilton ha fatto perdere all’inglese due posizioni, regalando il primo posto a Vettel e il secondo a Bottas, mentre l’inglese si è ritrovato ingaggiato in un piccolo incidente con Kimi Raikkonen. Entrambi i piloti hanno perso posizioni ma ad avere la peggio è stato sicuramente Lewis, che dopo la terza curva del primo giro da leader della gara si è ritrovato ultimo. Per il finlandese di casa Ferrari sono invece arrivati 10 secondi di penalità poiché ritenuto colpevole dai commissari di gara di aver causato l’incidente.
ma il quattro volte campione del mondo non si è certo arreso dopo il brutto inizio e ha regalato a tutti i suoi tifosi, arrivati a Silverstone per vederlo, una gara fatta di sorpassi.
Momento chiave per la rimonta del britannico sono state sicuramente le safety car: la prima causata dall’incidente in curva 1 di Marcus Ericsson, finito violentemente contro le barriere. Lì la gara ha preso una strada completamente diversa e tutte le scuderie sono state chiamate a fare una scelta di strategia. Red Bull e Ferrari hanno deciso di cambiare nuovamente le gomme, giocando in attacco, mentre in Mercedes hanno preferito continuare la gara senza rientrare ai box.
Conclusa la prima Safety car, al trentottesimo giro di cinquantadue previsti, Vettel ha tentato il sorpasso su Bottas che si è ritrovato leader del mondiale non essendo rientrato ai box. Il tedesco non è però riuscito nel suo intento e tutti i piloti sono stati nuovamente rallentati a causa di una nuova Safety car.
Le nuove bandiere gialle in questo caso sono state causate dall’incidente di Sainz e Grosjean, entrambi contro le protezioni e ritirati dal Gran premio di Silverstone dopo un tentativo di sorpasso aggressivo del pilota Renault nei confronti del francese di casa Haas.
Negli ultimi dieci giri del Gp, una volta rientrata anche la seconda safety si è acceso un duello che non dimenticheremo facilmente: prima con Raikkonen che sorpassa Verstappen, andandosi a prendere la quarta posizione, poi con un dannato Sebastian Vettel che si riprende il primo posto nei confronti di Valtteri Bottas con un sorpasso incredibile in curva 6.
Nei pochi chilometri successivi al sorpasso Bottas viene superato anche da Hamilton (probabilmente ordine di scuderia, ndr.) e da Raikkonen, che va così a prendersi il podio.
Gara sfortunata per le Red Bull: prima una strategia che non paga con Ricciardo, che aveva cambiato poco prima della safety, e poi con Verstappen che dopo essersi girato è costretto al ritiro a soli cinque giri dalla fine.
Fine settimana da dimenticare per una Sauber-Alfa Romeo che sembrava finalmente competitiva, prima dell’incidente alla Abbey di Ericsson infatti Charles Leclerc era stato costretto al ritiro a causa di un problema tecnico, subito dopo il suo pit-stop al ventesimo giro.
Ritirato anche Hartley, al terzo giro del Gp, che dopo essere partito dalla pit-lane chiude male un weekend che lo aveva già visto protagonista di uno spaventoso incidente in FP3.
Si chiude così la domenica di Silverstone e anche le tre gare di Formula 1 consecutive di quest’estate, con una inaspettata vittoria Ferrari, arrivata in Inghilterra nel tentativo di arginare i danni nei confronti di una Mercedes favorita e che, al contrario, porta via ben otto punti di vantaggio di Vettel su Hamilton e 20 nella classifica costruttori. Il team Radio di Vettel, e le sue parole in conferenza stampa, non hanno risparmiato commenti sulla soddisfazione di aver tolto la vittoria a casa del suo diretto avversario, dopo ben quattro vittorie consecutive: “abbiamo vinto a casa loro – ha detto il tedesco – adesso portiamo, con un grande sorriso, la bandiera inglese a Maranello”.
Sfida nuovamente rimandata all’undicesimo Gran Premio, tra due settimane in Germania, questa volta in patria del leader del mondiale in Rosso.

 

 

 

 

 

 

 

 

CLASSIFICA GRAN PREMIO SILVERSTONE 2018:
1 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 52 giri 1.27’29″784
2 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 2″264
3 – Kimi Raikkonen (Ferrari) – 3″652
4 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 8″883
5 – Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) – 9″500
6 – Nico Hulkenberg (Renault) – 28″220
7 – Esteban Ocon (Force India-Mercedes) – 29″930
8 – Fernando Alonso (McLaren-Renault) – 31″115
9 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 33″188
10 – Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 34″129
11 – Sergio Perez (Force India-Mercedes) – 34″708
12 – Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) – 35″774
13 – Lance Stroll (Williams-Mercedes) – 38″106
14 – Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) – 48″113
Max Verstappen (Ritirato)
Carlos Sainz (Ritirato)
Romain Grosjean (Ritirato)
Marcus Ericsson (Ritirato)
Charles Leclerc (Ritirato)
Brendon Hartley (Ritirato)

Il campionato piloti:
1.Vettel 173
2.Hamilton 161
3.Raikkonen 116
4.Ricciardo 106
5.Bottas 104
6.Verstappen 93
7.Hulkenberg 42
8.Alonso 40
9.Magnussen 39
10.Sainz 28
11.Ocon 25
12.Perez 23
13.Gasly 19
14.Leclerc 13
15.Grosjean 12
16.Vandoorne 8
17.Stroll 4
18.Ericsson 3
19.Hartley 1

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here