Prove libere Gp Francia: Hamilton incendia Le Castellet

0
549

Con un venerdì intenso di prove è ufficialmente iniziato l’ottavo appuntamento annuale con la Formula 1 2018. Il mondiale iniziato a marzo non ha finora lasciato sicurezze e non è stato possibile decretare quale sia, effettivamente, la monoposto con più potenziale per la vittoria finale. Anche se Sebastian Vettel guida, al momento, la classifica con un solo punto di vantaggio da Lewis Hamilton, campione in carica e diretto rivale, sono moltissimi i punti da analizzare per capire le possibili dinamiche di un anno spettacolare, in pieno svolgimento.
Questo fine settimana francese rappresenta per molti aspetti un punto di interesse per le scuderie e anche per i tifosi: da una parte si capirà meglio come le modifiche Pirelli, con un battistrada più sottile di 0.4 millimetri, influenzano la prestazione delle monoposto (soprattutto le Mercedes, come si è visto in Spagna), ma sarà anche motivo di interesse vedere i piloti affrontare una pista che manca dal circuito internazionale da ben 28 anni e che è comunque stata modificata e ridisegnata.
Un venerdì che apre queste porte e che, nonostante sia sempre difficile parlare con sicurezza di quello che succederà domenica solamente guardando le prime libere, potrebbe già suggerirci qualche pronostico in vista del Gp: ad alzare la testa, dopo una gara in Canada da dimenticare, è la Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, rispettivamente primo e secondo nelle FP1. Che sia merito delle modifiche alla power unit, finalmente arrivate anche sulla W09, o che tutto il team abbia lavorato su una monoposto che non aveva ancora mostrato il suo vero potenziale?
è ovviamente ancora presto per dirlo ma i risultatati delle FP1 sono sicuramente favorevoli alla scuderia tedesca mentre, a seguire, si sono posizionati Daniel Ricciardo, terzo con la Red Bull, e le Ferrari di Raikkonen e Vettel, quarti e quinti.
Migliorano le Haas, con Grosjean addirittura sesto davanti a Verstappen, e Magnussen a chiudere la top 10. Male le FP1 per Stoffel Vandoorne e Fernando Alonso, che dopo aver vinto la 24 ore di Le Mans è costretto a tornare su una McLaren ancora al centro di polemiche per la scarsissima competitività. Mattinata non positivissima nemmeno per la Sauber Alfa Romeo che nonostante un tredicesimo e quattordicesimo posto ha visto Ericsson schiantarsi contro le barriere del circuito di Le Castellet e, pochi secondi dopo, la sua monoposto ha preso addirittura fuoco. Fortunatamente i soccorsi sono stati rapidi e il pilota è uscito dalla macchina senza problemi, il pilota svedese non ha però potuto prendere parte alla seconda sessione di prove libere a causa dei problemi riportati sulla monoposto.
Le FP2, andate in scena nel pomeriggio italiano, hanno confermato la presunta superiorità Mercedes, con Hamilton ancora nettamente in testa, staccato dalle due Red Bull (con Ricciardo secondo e Verstappen terzo) di ben sette decimi e le Ferrari (con Raikkonen quarto e Vettel quinto) di otto decimi nel primo caso e di un secondo nel secondo. Problemi invece per l’altro uomo Mercedes, Valtteri Bottas, che non va oltre la settima posizione, bloccato ai box per un problema di perdita d’acqua. I tifosi della Rossa, visti i risultati del primo giorno di prove, appaiono già allarmati per questo presunto cambio di rotta dopo la bella vittoria in Canada. Bisogna però ricordare che le FP1 e le FP2 sono libere indicative e che la Ferrari ha mostrato un ottimo passo gara con le gomme ultrasoft. Inoltre il problema di Bottas fa scattare un campanello d’allarme in casa Mercedes: le modifiche alla power unit appena portate sulle W09 sono arrivate in ritardo rispetto a quanto pronosticato proprio per problemi di affidabilità. Infine problemi tecnici per Hartley, che ha dovuto parcheggiare la sua Toro Rosso durante le FP2, e per Sergio Perez, che si è visto scappare via la ruota posteriore dopo un pit-stop.
Per capire con più certezza quello che vedremo nell’attesissimo Gran Premio di Francia bisognerà aspettare domani, con la terza sessione di prove libere e con le qualifiche, programmate per le ore 16 italiane.

SECONDA SESSIONE DI PROVE LIBERE GP DI FRANCIA 2018:
1 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’32″539 – 27
2 – Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) – 1’33″243 – 31
3 – Max Verstappen (Red Bull-Renault) – 1’33″271 – 24
4 – Kimi Raikkonen (Ferrari) – 1’33″426 – 29
5 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’33″689 – 35
6 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’33″699 – 30
7 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’34″156 – 7
8 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’34″457 – 24
9 – Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 1’34″535 – 33
10 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1’35″067 – 35
11 – Carlos Sainz (Renault) – 1’35″086 – 30
12 – Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) – 1’35″172 – 33
13 – Fernando Alonso (McLaren-Renault) – 1’35″369 – 28
14 – Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) – 1’35″583 – 33
15 – Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) – 1’35″697 – 31
16 – Esteban Ocon (Force India-Mercedes) – 1’35″705 – 25
17 – Lance Stroll (Williams-Mercedes) – 1’35″936 – 34
18 – Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) – 1’35″970 – 35
19 – Sergio Perez (Force India-Mercedes) – 1’36″080 – 13
20 – Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) – no time – 0

PRIMA SESSIONE DI PROVE LIBERE GP DI FRANCIA 2018:
1 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’32″331 – 25 giri
2 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’32″371 – 29
3 – Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) – 1’32″527 – 25
4 – Kimi Raikkonen (Ferrari) – 1’33″003 – 23
5 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’33″172 – 19
6 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’33″318 – 22
7 – Max Verstappen (Red Bull-Renault) – 1’33″331 – 15
8 – Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 1’33″685 – 23
9 – Sergio Perez (Force India-Mercedes) – 1’33″719 – 26
10 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’34″108 – 23
11 – Carlos Sainz (Renault) – 1’34″258 – 25
12 – Esteban Ocon (Force India-Mercedes) – 1’34″484 – 14
13 – Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) – 1’34″513 – 21
14 – Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) – 1’34″592 – 21
15 – Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) – 1’34″664 – 25
16 – Fernando Alonso (McLaren-Renault) – 1’34″862 – 20
17 – Lance Stroll (Williams-Mercedes) – 1’34″881 – 28
18 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1’34″993 – 24
19 – Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) – 1’35″021 – 24
20 – Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) – 1’35″105 – 25

ORARI DIRETTE E DIFFERITE GP FRANCIA 2018:

venerdì 22 giugno
ORE 10.25 – prove libere GP3 – diretta Sky Sport
ORE 12 – prima sessione prove libere Formula 1 (FP1) – diretta Sky Sport
ORE 13.55 – prove libere Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 16 – seconda sessione di prove libere Formula 1 (FP2) – diretta Sky Sport
ORE 17.55 – qualifiche Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 18 – qualifiche GP3 – diretta Sky Sport

sabato 23 giugno 2018
ORE 11.30 – gara 1 GP3 – diretta Sky Sport
ORE 13 – terza sessione di prove libere Formula 1 (FP3) – diretta Sky Sport
ORE 16 – qualifiche Formula 1 – diretta Sky Sport
ORE 17.45 – gara 1 Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 19:45 – qualifiche di Formula 1 – differita TV8

domenica 24 giugno 2018
ORE 10:50 – gara 2 GP3 – diretta Sky Sport
ORE 12 – gara 2 Formula 2 – diretta Sky Sport
ORE 16:10 – Gran Premio Formula 1 – diretta Sky Sport
ORE 21 – Gran Premio Formula 1 – differita TV8

Commenti