Il mondiale 2018 non sembra proprio voler dare sicurezze ai piloti e alle scuderie, e nemmeno in questo settimo appuntamento, nel Gp del Canada, le cose sono andate come tutti avrebbero previsto.
A partire da uno start con incidente tra uno sfortunato Hartley e Lance Stroll, il re di casa che a causa di una foratura non ha potuto evitare il contatto con il pilota Toro Rosso, provocando il ritiro di entrambi e una prima safety car.
Dopo questo inizio scoppiettante la gara si è distesa, anche per la pressoché perfetta prestazione del leader del Gp, Sebastian Vettel, partito in prima posizione e dominante per tutti e settanta i giri previsti in questa domenica sera italiana.
Alle sue spalle un grande Valtteri Bottas che a bordo della sua Mercedes W09 non fa “il secondo di Hamilton” ma si prende una buona seconda posizione cercando di attaccare il ferrarista e comunque difendendosi dalle Red Bull alle sue spalle. Dopo essersi guadagnato questo secondo gradino del podio il pilota finlandese sale in terza posizione, continuando a dimostrare un valore per la scuderia nei momenti di “difficoltà”, quando invece il campione del mondo in carica non sembra poter fare lo stesso. Il terzo posto va oggi a un Max Verstappen davvero in forma, che dopo le tante contestazioni per un inizio di mondiale pieno di incidenti, guida con decisione ma senza strafare e porta a casa punti importanti. Sembra proprio che il ragazzo olandese abbia capito la lezione e lo dimostra in partenza, tentando di superare Bottas ma alzando il piede quando questo è necessario.
Quarto posto per Daniel Ricciardo, a inizio fine settimana abbastanza sotto tono e in difficoltà con la potenza del motore rispetto a Verstappen, ma comunque un fuori classe della Formula 1 d’oggi: l’australiano ha infatti superato Raikkonen in partenza e nel finale ha dovuto battagliare per rimanere in quarta posizione e non essere superato da un aggressivo Lewis Hamilton, finendo quindi con due posizioni guadagnate rispetto a quella di partenza.
L’inglese, che arrivava in Canada come leader del mondiale, ha portato a casa una gara decisamente sotto tono perdendo addirittura una posizione rispetto a quella di partenza e chiudendo in quinta. Alle sue spalle, anche lui un po’ spento, Kimi Raikkonen: sorpassato in partenza e mai davvero a livello del suo compagno di squadra.
Bella prestazione per la Renault che ha chiuso come “prima degli altri”, rivelandosi ancora una volta la quarta potenza di questo mondiale. Bene poi Ocon, nono, mentre meno sul pezzo il compagno Perez che chiude quattordicesimo. A continuare a regalare emozioni è sicuramente il rookie Charles Leclerc, che nonostante la monoposto Afa Romeo-Sauber davvero poco competitiva, va a prendersi una decima posizione, con un punto in classifica e una bella sfida nel Gp con Fernando Alonso.
Sfortunatissimo Fernando Alonso che festeggiava in Canada il suo 300esimo Gran Premio in Formula 1 e che è stato costretto al ritiro a causa di un problema allo scarico della su monoposto. Per lo spagnolo, che il weekend prossimo sarà impegnato a Les Mans, non sembra proprio arrivare un momento di serenità in questi ultimi anni in McLaren.
Trentanovesima edizione del Gran Premio del Canada con Sebastian Vettel che parte in pole position dopo ben diciassette anni dall’ultima volta per la Ferrari, con Schumacher, e va a vincere il suo cinquantesimo Gp in carriera dopo aver portato a casa la quarta pole stagionale. Il tedesco, emozionato per la vittoria di potenza Ferrai, fa una dedica speciale per un grande campione della rossa, l’eroe di casa, Gilles Villeneuve.
Per Vettel, sempre abbastanza sobrio nei festeggiamenti, questa prova di grande forza da parte della sua monoposto e de dei suoi uomini è l’occasione per festeggiare anche il primo posto riguadagnato nella classifica mondiale (a un solo punto da Hamilton, che arrivava in Canada con +14), e lo fa sventolando la bandiera della Ferrari davanti al suo pubblico in rosso.
Appuntamento ora rinviato all’ottavo Gp dell’anno, tra due settimane, quando si tornerà in Francia dopo una lunga assenza del calendario. E vedremo se qui la Mercedes tornerà a dimostrare il suo valore o se Ferrari e Red Bull continueranno ad accendere la sfida.

RISULTATI GRAN PREMIO DEL CANADA 2018:
1 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 70 giri
2 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 7”376
9 – Max Verstappen (Red Bull-Renault) – 8”360
4 – Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) – 20”892
5 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 21”559
6 – Kimi Raikkonen (Ferrari) – 27”184
7 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1 giro
8 – Carlos Sainz (Renault) – 1 giro
9 – Esteban Ocon (Force India-Mercedes) – 1 giro
10 – Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) – 1 giro
11 – Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 1 giro
12 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1 giro
13 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1 giro
14 – Sergio Perez (Force India-Mercedes) – 1 giro
15 – Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) – 2 giri
16 – Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) – 2 giri
17 – Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) – 2 giri
Ritirati
40° giro – Fernando Alonso
1° giro – Brendon Hartley
1° giro – Lance Stroll

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here