22 maggio 1859: nasce Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes

0
159

Arthur Conan Doyle nasce il 22 maggio 1859 a Edimburgo in Scozia fa una famiglia di origine irlandesi. A trasmettergli la passione per la letteratura è sua madre, una persona molto colta capace di inventare storie che stimolano l’immaginazione dei figli. Il padre ha problemi di alcolismo e per questo la famiglia si ritrova spesso in difficoltà economiche. I membri benestanti della famiglia però si occupano di pensare all’istruzione del bambino che a soli nove anni frequenta il Jesuit College University di Stonyhurts. Un’esperienza che risulta traumatica perche’ Doyle è continuamente preso in giro dai compagni e maltrattato dagli insegnanti.

Studi di medicina e primi racconti

In seguito si iscrive alla facoltà di medicina di Edimburgo dove conosce il dottor Joseph Bell che con il.suo carattere arguto e il suo brillante spirito di osservazione gli ispira il personaggio di Sherlock Holmes. Tra i suoi compagni di corso vi sono anche altri due futuri scrittori come Robert Louise Stevenson e James Matthew Barrie..Durante il periodo di studi inizia a scrivere i suoi primi racconti tra cui Il Mistero di Sasanna Valley nel 1879, e Il racconto dell’ Americano, l’anno seguente, una storia che parla di una spaventosa pianta del Madagascar che mancia carne umana.

Primi lavori

Durante il terzo anno di medicina accetta l’incarico come medico di bordo su una baleniera diretta al Circolo Polare Artico. Da questa esperienza trae spunto per il racconto Il capitano della Stella Polare. In questo periodo ricomincia a interessarsi allo spiritualismo e ad allontanarsi dalla religione cattolica. Dopo la laurea nel 1881 si imbarca come medico sulla nave Mayumba verso le coste occidentali dell’Africa.

Abbandono della professione medica per la letteratura

In seguito decide di lasciare questo lavoro trasferendosi a Plymouth per lavorare nello studio medico di un amico, ma viste le incomprensioni devide di trasferirsi a Sounthsea aprendo uno studio medico tutto suo. Dato lo scarso successo, Doyle decide di dedicarsi completamente alla letteratura continuando a scrivere racconti.

Il personaggio Sherlock Holmes

Il successo arriva nel 1886 con il suo primo romanzo poliziesco che ha come protagonista un detective privato di mome Sherlock Holmes molto.abile nello scovare i colpevoli di orrendi crimimi grazie al ragionamento deduttivo e all’osservazione di ogni indizio sul luogo del crimine e sempre aiutato dal suo fedele assistente il Dott. Watson. Questi personaggi compaiono per la prima volta nel romanzo Uno Studio in Rosso pubblicato nel 1887. Seguirono altre avventure come il Segno dei quattro.del 1890, Le avventure di Sherlock Holmes del 1892, Le memorie di Sherlock Holmes del 1894, e il Mastino dei Baskerville del 1902.

Sherlock Holmes e il Dott. Watson

Il ritorno di Sherlock Holmes

Intanto la sua passione per il movimento spiritualista lo porta alla drastica decisione di mettere fine alle avventure del suo personaggio famoso. Ma le proteste dei lettori lo costringono a riportarlo in vita nel romanzo. Il Ritorno di Sherlock Holmes nel 1905 dove Holmes scampa alla morte dopo lo scontro con il suo mortale amico, James Moriarty. Nel 1928 sul Taccuino di Sherlock Holmes vengono pubblicati gli ultimi racconti del detective. Doyle muore nel 1930.

Il successo di Sherlock Holmes tra cinema e tv

Sherlock Holmes è sicuramente tra i personaggi letterari che hanno avuto molte trasposizioni cinematografiche. La prima è quella nel film Sherlock Holmes Baffled per il cinema muto. Dal 1921 al 1923 Ellie Norwood interpreta il personaggio in 45 film muti. Dal 1939 al 1945 Basile Rathbone e Nigel Bruce interpretano Holmes e Watson in 14 fil: per la 20th Century Fox e la Paramount Pictures. Tra il 1984 e il 1985 Hajao Mijazaki realizza la serie animata Sherlock Hond dove il protagonista ha le sembianze di un cane da caccia. Nel 1986 la Disney realizza la sua versione Basil l’ investigatopo, dove il protagonista e il suo aiutante sono dei topolini che abitano in un appartamento sotto quello del celebre detective. Jerry Berret è il protagonista della serie ispirata al personaggio di Conan Doyle tra il 1988 e il 1989.

Un mito senza tempo

Attualmente il suo personaggio non ha perso il suo fascino grazie a Guy Rich con protagonisti Robert Downey jr nel ruolo di Watson e Judy Law nel ruolo di Holmes. Per non parlare della Serie tv che me hanno modernizzato l’ambientazione come in Sherlock con Benedict Cumberbacht e Martin Fremaan ed Elementary dove il protagonista interpretato da Jonny Lee Miller è un ex detective che cerca di disintossicarsi con l’aiuto di una assistente sociale dal cognome Watson interpretata Lucy Liu.

Commenti