2021: questo sarà l’anno dello sbarco su Marte

0
387
2021: questo sarà l'anno dello sbarco su Marte

Il 2021 si annuncia un anno pieno di traguardi spaziali. L’evento più ridondante è di sicuro lo sbarco su Marte, ma sono tante e variegate le missioni che attendono le agenzie spaziali. A cominciare dalla spedizione dell’ESA che, unitamente alla NASA, tenterà di deviare la traiettoria di un asteroide potenzialmente pericolosa per il nostro pianeta.

Come sarà questo 2021 per le agenzie spaziali?

Il 2021 si presenta pieno di avventure spaziali. Già nel mese di febbraio la sonda degli Emirati, “Hope”, entrerà nell’orbita di Marte. In aprile la sonda cinese “Tianwen-1” rilascerà un rover nella Utopia Planitia, una zona pianeggiante ed uniforme del pianeta “rosso”. L’agenzia spaziale di Pechino si conferma in cima al podio per quanto riguarda i viaggi spaziali. Dopo aver piantato la bandiera sulla Luna, esplorerà la superficie marziana.

Le missioni della NASA

Sempre nel mese di febbraio, la sonda Perseverance sbarcherà nel cratere Jezero di Marte, situato sul lato occidentale di Isidis Planitia. Un sofisticato robot cercherà tracce fossilizzate di microorganismi in un luogo alla confluenza di antichi fiumi che sfociavano in un lago. Gli americani sono concentrati anche sulle missioni lunari. La NASA sta valutando le risorse del suolo lunare utili ad un futuro insediamento sul nostro satellite.

Il turismo spaziale in questo 2021

Sarà anche l’anno dei primi voli turisti. Il miliardario britannico Richard Branson, ideatore e finanziatore del progetto, salirà a bordo dello “SpaceShipTwo” per il volo di prova che inaugurerà l’era del turismo spaziale. Oltre 600 passeggeri hanno già versato un anticipo da 250.000 dollari per assicurarsi un posto a bordo del tecnologico mezzo di trasporto. Anche Jeff Bezos, fondatore di Amazon, ha avuto un0idea simile. La sua capsula a sei posti “New Shepard” lascerà lo spazioporto in Texas, saggerà l’assenza di gravità e tornerà a terra.

L’ESA e la NASA per deviare un asteroide

La sonda Dart, realizzata da una collaborazione tra ESA e NASA, cercherà di dirottare la traiettoria di Didymos. Accadrà nel mese di luglio. Dopo un viaggio di 14 mesi, Dart raggiungerà l’asteroide. L’intera missione sarà documentata con foto e filmati. Raggiunto l’asteroide, Dart sparerà un “proiettile” che dovrebbe deviarne la traiettoria, che gli scienziati ritengono pericolosa per il nostro pianeta.

Commenti