15 settembre 1830: prima linea ferroviaria del mondo in Gran Bretagna

0
469

Il 15 settembre 1830 si inaugurò in Gran Bretagna la prima linea ferroviaria del mondo, tra Liverpool e Manchester.

Prima ferrovia al mondo a collegare due città; pensata inizialmente per il solo trasporto delle merci dal porto di Liverpool, il più grande delle isole britanniche, a Manchester e in tutta l’Inghilterra nord-occidentale.

Il trasporto ferroviario

Le origini del trasporto ferroviario risalgono alla rivoluzione industriale, quando si avvertì la necessità di mezzi in grado di trasportare in maniera più efficiente le materie prime agli stabilimenti e i prodotti lavorati ai vari mercati.

Il pioniere della ferrovia fu Richard Trevithick. L’ingegnere inglese nel 1804 adattò un motore a vapore, usato fin dagli inizi del XVIII secolo per il pompaggio dell’acqua, a una sorta di locomotiva.

Ci vollero altri due decenni prima che si riuscissero a creare binari adatti a reggere il peso di una locomotiva a vapore.

La prima ferrovia, la linea Stockton-Darlington, nell’Inghilterra nordorientale, è stata progettata da George Stephenson e inaugurata nel 1825.

Per anni trasportò solo merci integrando la forza di traino della locomotiva con quella dei cavalli da tiro.

Prima linea ferroviaria tra Liverpool e Manchester

Henry Booth, segretario e tesoriere, fondò, insieme a molti commercianti, fondò il 24 maggio 1823 la compagnia ferroviaria Liverpool-Manchester (L&M Railway)

La prima ferrovia pubblica per il trasporto dei passeggeri, azionata solamente da locomotive a vapore, fu la Liverpool-Manchester.

Dipinto inaugurazione ferrovia Liverpool-Manchester

Della sua costruzione fu incaricato George Stephenson, ideatore della locomotiva Rocket, la prima a percorrerne i binari.

Si tratta della prima linea ferroviaria in grado di trasportare anche passeggeri.

La posa del percorso tra i due capolinea richiese un notevole sforzo ingegneristico per l’epoca: scavare circa 4 km di galleria e costruire 64 tra ponti e viadotti, tutti in muratura.

A fare eccezione è il ponte Water Street vicino a Manchester, che fu il primo ponte ferroviario a travate metalliche. 

La ferrovia fu progettata e costruita direttamente a doppio binario, poiché già si prevedeva un notevole flusso di traffico.

Inaugurazione linea ferroviaria


Il viaggio inaugurale ebbe luogo il 15 settembre 1830 fra la stazione di Liverpool Road a Manchester (ora parte del Museo della Scienza e dell’Industria) e quella di Hedge Hill a Liverpool.

Stazione di Manchester, ferrovia Liverpool-Manchester

Durante uno dei primi viaggi si verificò però il primo incidente mortale della storia ferroviaria.

Un noto parlamentare di Liverpool, William Huskisson, trovandosi in mezzo ai binari, sottovalutò la velocità di avvicinamento della locomotiva Rocket e ne rimase travolto.

L’incidente servì come incentivo per mettere a punto dei sistemi di sicurezza, prima rudimentali, come le campanelle in dotazione alle locomotive (il classico fischio sostituì presto il suono di queste), poi man mano più sofisticati, fino ad arrivare ad un sistema a palette multicolore, antenato del moderno semaforo. 

Si creò anche una centrale di smistamento del traffico.

La ferrovia riduceva il tempo di percorrenza tra le due città; si passava dalle 6-8 ore necessarie sul percorso stradale a poco più di 2 ore.

La locomotiva Rocket viaggiava a una velocità media di 27 km/h con punte massime di 46 km/h.

Il suo successo fu così rapido che già dopo un anno dalla sua inaugurazione il volume del traffico dei passeggeri aveva superato quello del traffico delle merci.

Presto alla Liverpool-Manchester si allacciarono altri tronchi ferroviari intorno ai quali, in pochi anni, prese vita la rete ferroviaria britannica.

Oggi la linea unisce ancora le due città con poche variazioni di tracciato, ma si tratta di una linea secondaria percorsa più che altro da treni regionali.

Cambia il concetto di ferrovia

Se la ferrovia era prima concepita come mezzo di breve percorrenza, utile per l’industria estrattiva, da quel momento iniziò invece l’era del trasporto a lunga distanza di merci e passeggeri.

Dal 1835 in Gran Bretagna e in Europa si costruirono linee di collegamento tra le città principali.

Alla fine degli anni Quaranta dell’Ottocento in Gran Bretagna si poteva ammirare la realizzazione di ben 10.715 km di vie rotabili, 6080 km negli stati tedeschi e 3174 km in Francia.

Mentre le ferrovie britanniche erano costruite soprattutto da imprese private, con un minimo intervento da parte dello stato, in Europa continentale era il governo delle singole nazioni a gestire le opere ferroviarie.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here