Nella lista dei finalisti al premio riservato alle imprese, Costa Crociere appare nella sezione dedicata al contrasto allo spreco alimentare

Lo scorso ottobre avevamo annunciato le modalità di partecipazione al 15° premio UNWTO (qui). Riconoscimento conferito a coloro che si sono distinti nelle pratiche che favoriscono il turismo sostenibile. I finalisti hanno presentato progetti ed iniziative legate allo sviluppo turistico. Come base la conservazione della natura e essere incentrate sull’innovazione, sul turismo accessibile e al turismo impegnato alla conservazione del patrimonio.

Come indicato dall’Organizzazione Mondiale del Turismo, a metà dicembre sono stati resi noti i nomi dei finalisti che saranno premiati entro la fine di gennaio 2019.

La giuria

A giudicare le molte proposte arrivate, una giuria formata da 8 esperti del settore turismo, appartenenti a Pubbliche Amministrazioni, Università e Società private:

1. Diana Robino, responsabile sviluppo partnership Mastercard 2. Dimitrios Buhalis, Capo del dipartimento Turismo e Ospitalità dell’Università di Bournemouth, Regno Unito 3. Eduardo Santander, CEO della European Travel Commission 4. Istvan Ujhely, vicepresidente della commissione trasporti e turismo del Parlamento Europeo 5. Jae-sung Rhee, CEO della Seoul Tourism Organization 6. Judy Kepher-Gona, fondatrice e direttrice dell’agenzia per i viaggi e il turismo sostenibile, STTA Kenya 7. Kaye Chon, professore in International Hospitality Management School of Hotel e Management presso il politecnico di Hong Kong 8. Sally Davey, Direttrice Industries Affairs, Trip Advisor

Saranno chiamati a riconoscere l’eventuale contributo degli aspiranti vincitori allo sviluppo del turismo responsabile, sostenibile e allo stesso tempo più competitivo. Parametri inseriti nella corsa al raggiungimento dei 17 obiettivi inseriti nell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile del 2030.

190 domande, provenienti da 71 diversi Paesi, si contenderanno il premio finale in tre diverse sezioni dedicate: Politica pubblica e Governance, Imprese, Organizzazioni non governative.

Elenco finalisti

Premio UNWTO Politica pubblica e Governance

  1. Programma Turismo e Pace, Ministero del Commercio, Industria e Turismo , Colombia
  2. Love San Sebastián, Live Donostia, Turismo e Convention Bureau di San Sebastian, Spagna
  3. Carta di Osservazione Sostenibilità Balene, SPET – Turismo Di Tenerife, Spagna

Premio UNWTO Imprese

  1. Community Impact by V Resorts, V Resorts (sotto l’egida di Bliss Inns Pvt. Ltd.), India
  2. Contrasto allo spreco alimentare in mare: programma 4GOODFOOD , Costa Crociere S.p.A., Italia
  3. Masungi Georeserve: Innovations for Conservation, Fondazione Masungi Georeserve , Filippine

Premio UNWTO Organizzazioni non governative

  1. Embracing Our Potential, Associazione Turistica Thompson Okanagan, Canada
  2. Progetto Amuse , Fondazione Once, Spagna
  3. Treadright Foundation Heritage Initiative, Fondazione Treadright , Svizzera

La finalista Italiana

E’ Costa Crociere Srl la finalista italiana nella sezione dedicata alle imprese. Un progetto denominato 4GOODFOOD il cui scopo è quello di dimezzare lo spreco alimentare a bordo della flotta entro il 2020. Un obiettivo che, se raggiunto, anticiperà di 10 anni quanto previsto dall’ Agenda per lo Sviluppo Sostenibile nel 2030. Un lungo percorso che ha visto il passaggio di varie fasi. A cominciare dalla revisione totale di tutti i processi relativi al servizio di ristorazione. Infatti un focus fondamentale è stato posto sulla formazione dei circa 2400 operatori del settore alimentare che sono stati istruiti specificamente per finalizzare il successo del programma. Non ultima, un’attenzione alla sensibilizzazione degli ospiti riguardo il tema del consumo responsabile, lanciata a bordo delle navi, attraverso la campagna “Taste do not Waste” .

Presentazione del programma 4GOODFOOD

Costa ha poi chiuso il cerchio di recupero delle eccedenze alimentari, sottoscrivendo un accordo con un ente caritatevole italiano. Si prevede il recupero dei pasti pronti da mangiare, preparati a bordo e non serviti. I porti in cui il servizio è già attivo sono Savona, Civitavecchia, Bari, Marsiglia, Palermo e dal 2017 sono state distribuite circa 50.000 porzioni a persone in stato di fragilità. Secondo Costa, il programma potrebbe costituire un modello di best practice replicabile da altre compagnie di crociera. Probabilmente anche in contesti diversi da quello crocieristico.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here