Lo scandalo dei Paradise Papers colpisce Lewis Hamilton

0
324

È esploso da pochi giorni quello che sembra essere lo scandalo finanziario più imponente degli ultimi anni. La testata Süddeutsche Zeitung, ha appena pubblicato, insieme International Consortium of Investigative Journalists (Icij), oltre 13 milione di documenti di rilevanza internazionale noti con il nome di paradise papers“. I file sottratti a due società finanziarie e poi pubblicati sono infatti documenti che certificano le attività off-shore di personaggi sia del panorama politico che dello show business che vanno dalla regina Elisabetta II a Bono Vox, passando per Putin e Trump.

È importante sottolineare che le attività off-shore non sono sinonimo di illegalità, come spesso si pensa erroneamente, ma sono semplicemente società che hanno deciso di spostare la sede legale in paesi diversi da quelli in cui operano o, se si tratta di persone, in cui risiedono stabilmente. Le società off-shore sono nate e vengono ad oggi utilizzate per le opportunità di riservatezza che offrono e soprattutto per i benefici fiscali che presentano. I milioni e milioni di dati analizzati potrebbero quindi presentare degli illeciti ma nella maggior parte dei casi si tratta di indicazioni specifiche degli investimenti e delle scelte speculative di personaggi pubblici. Caso eclatante è ad esempio quello della Regina Elisabetta che sembra aver investito grandi quantità di denaro in aziende note per lo sfruttamento delle persone a basso reddito. Non uno scandalo fiscale dunque quello che la riguarda, ma comunque motivo di imbarazzo internazionale.

Nel mirino mediatico è, inaspettatamente, finito anche il neo campione del mondo di Formula Uno: Lewis Hamilton. Il pilota inglese di origini caraibiche, che ha festeggiato meno di due settimane fa la sua vittoria mondiale sul suolo messicano, in questi giorni si troverà a giustificare il suo coinvolgimento in quelli che sono stati definiti “paradise papers”. Spulciando tra i tantissimi file infatti si possono leggere dei dati piuttosto scottanti che, in questo caso, toccano proprio l’evasione del fisco. Sarebbero circa 16,5 milioni di dollari quelli che Hamilton avrebbe sottratto alla regolare tassazione e trasferiti su conti off-shore dell’isola di Man, territorio della Corona Britannica situato nel mare d’Irlanda.

Il trentaduenne inglese è stato inoltre accusato dal giornale Guardian di possedere un patrimonio pari a 130 milioni di sterline sparse illegalmente in giro per il mondo con lo scopo finale di evadere il fisco. Il caso particolare riscontrato dalla lettura dei suoi file riguarda però il trasferimento del proprio jet privato dalle Isole Vergini a Man. Questa scelta, attuata con la consulenza di Aplleby che si trova al centro dello scandalo, sarebbe stata fatta per recuperare 5,2 milioni di dollari di tasse. Il prezzo dell’IVA, la tassa applicata su ogni prodotto o bene acquistato in Europa, non sarebbe quindi stata versata dal pilota dopo l’acquisto del suo Bombardier Challenger 605 color rosso fuoco da 27 milioni di dollari.

Ironico come sia proprio questo l’oggetto di scandalo, un aereo diventato simbolo del pilota stesso e della sua passione per la velocità ma allo stesso tempo anche esempio del suo gusto esuberante e del carattere carismatico. Imbarazzo internazionale per Hamilton che si è sempre erto dome difensore dei diritti dei meno fortunati e ha ribadito per tutta la sua carriera le sue origini umili e le difficoltà economiche della sua famiglia. Su tutti è noto il racconto del pilota sul vero inizio della sua carriera kartistica: il padre Anthony, compreso il talento innato del figlio ancora bambino, si indebitò all’inizio degli anni novante per decine di migliaia di sterline al solo scopo di permettere a Lewis di partecipare alle competizioni automobilistiche.

Da bambino prodigio entrato nel mondo delle corse grazie alla determinazione e il talento a vera e unica rock star dei paddock adesso Hamilton dovrà giustificarsi con i tantissimi fans e spiegare, in qualche modo, le contraddizioni venute a galla proprio in questo momento speciale della sua straordinaria carriera.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here