11 settembre 1961: viene fondato il WWF, World Wildlife Fund for Nature

0
262

WWF: World Wildlife Fund for Nature

11 settembre 1961: viene fondato il WWF ,World Wildlife Fund for Nature, un organizzazione internazionale, non governativa, di protezione ambientale con sede nella città di Gland (Svizzera). A cinquantanove anni dalla sua fondazione, il WWF vanta più di cinque milioni di soci in cinque diversi continenti e si batte per la protezione e la conservazione della flora e della fauna in oltre 100 paesi.


La storia del WWF

11 settembre 1961: viene fondato il WWF da Julian Huxley, Bernardo dei Paesi Bassi e Filippo d’Edimburgo , nasce come un associazione internazionale non governativa per scopi di beneficenza. Come logo si adottò subito il simbolo del panda gigante stilizzato, disegnato da Sir Peter Scott. L’associazione, nata inizialmente come World Wildlife Fund, nel 1986 cambia nome in World Wildlife Fund for Nature, allargando gli orizzonti alla salvaguardia globale della natura.


Il Wwf chiede con urgenza un trattato globale contro l’inquinamento da plastica


Il panda più conosciuto al mondo

Nel giorno della sua fondazione, l’associazione del WWF sceglie il panda gigante come simbolo emblematico dell’impegno a favore della conservazione della natura. Il simbolo, disegnato da Peter Scott, prese origine dal panda gigante Chi Chi che fu trasferito dallo zoo di Pechino a quello di Londra negli stessi anni dell’istituzione del WWF. Essendo capace di ispirare tenerezza ed essendo una specie in via di estinzione , il panda gigante Chi Chi viene subito riconosciuto come idoneo per il servizio comunicativo dell’associazione.


59 anni di battaglie e vittorie

Dal giorno della sua fondazione il WWF non ha mai smesso di lottare per la salvaguardia e la protezione della flora e della fauna globale e fin da subito le vittorie sono state tante, tra le più significative: ° 1965 – Piano salvezza per il rinoceronte bianco, reintrodotto col supporto WWF in Kenya, mentre crescono le popolazioni di rinoceronte nero e di Giava

°1972 – Con l’Operazione tigre del WWF, nasce la prima campagna globale per salvare una specie dall’estinzione. Con la nascita di 15 riserve in India, la popolazione cresce in pochi anni del 30%

°1976 – L’Unione Mondiale per la Conservazione della natura (IUCN) e il WWF fondano il TRAFFIC, network per il monitoraggio del commercio di specie animali e vegetali minacciate, sotto l’egida della CITES 

°1989 – Prima ONG coinvolta dal governo cinese, il WWF è impegnato nel Piano nazionale per la conservazione del panda gigante. La popolazione è cresciuta da 1.000 a 1.600 individui, crescono le aree protette

°1997 – Il WWF ha avuto un ruolo fondamentale nell’approvazione ed entrata in vigore del protocollo di Kyoto, il primo accordo internazionale per limitare le emissioni di carbonio responsabili dei cambiamenti climatici

°1999 – In allarme per il taglio illegale e per la diffusione del bracconaggio, il WWF convoca lo Yaoundé Forest Summit, che coinvolge i paesi del bacino del Congo. E’ il primo passo di una svolta che porta alla nascita di 4 milioni di ettari di aree protette.

°2002 – Con il governo brasiliano e altri partner, WWF lancia un’iniziativa globale per preservare le foreste pluviali dell’Amazzonia brasiliana. L’ARPA (Amazon Regional Protected Area) ha già creato più di 30 milioni di aree protette.

°2009 – I leader di sei nazioni – Indonesia, Malesia, Papua Nuova Guinea, Filippine, Isole Salomone e Timor Est – si impegnano in un piano per la conservazione e la gestione sostenibile del Triangolo dei coralli, un’area che ospita il 76% delle specie coralline del mondo

Commenti