Vincenzo Di Giorgio, nato a Napoli negli anni 70. Vive a Casoria. Scrittore dell’opera letteraria: “Taxi 081, O’ Vangel’ e Napule”. Un libro semplice da leggere e di forte morale. Attraverso queste righe nasce la sua incitazione per far migliorare la sua amata città, giorno per giorno, sempre criminalizzata e giudicata. Il suo libro esterna la contrarietà alle infinite righe che sono state scritte ,da altri autori, che senza pietà hanno sempre e solo giudicato senza comprendere i seri problemi ,che una città come Napoli, affronta tutti i giorni preservando il suo splendore e il suo calore. Gente comune che combatte, il dissesto sociale, a testa alta e con il sorriso. Definendoli angeli senza paradiso ”Taxi 081” diventa il Vangelo di Napoli. E cosi metaforicamente ”il Taxi 081” aspetta i suoi passeggeri accompagnandoli nel cuore immenso di questa città che nonostante le sfide, le sconfitte, le ingiurie a cuore aperto accoglie tutti sotto un manto di calore e cordialità. Descrive l’essenza del vero napoletano. Di chi ogni giorno ama e rispetta la sua terra. Incamminandosi a piccoli passi verso una Napoli nuova.

Vincenzo: “Quest’idea mi è venuta osservando la stazione centrale, gente confusa che arriva da tutte le parti d’Italia e si affida ai taxi che sono posteggiati lì fuori per essere accompagnati nel cuore di questa città , chi per lavoro , chi per turismo. Arrivano smarriti da tutto quello che viene descritto ma ripartono affascinati dal calore che li avvolge. Ho quasi ultimato la mia seconda opera presto vi aggiornerò’‘.

Vincenzo Di Giorgio

Condividi e seguici nei social

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here