Resta aggiornato con le nostre news

  • Ricevi le news più interessanti 
  • Scopri le ultime novità
 
 

Serie A, Juventus 2-1 Hellas Verona: Buffon saluta i suoi tifosi dopo 17 anni

L’ultimo turno di Serie A consegna lo scudetto alla Juventus che in casa batte il Verona per 2-1. La gara si sblocca al 49′ con Rugani; raddoppia dopo tre minuti Pjanic. Cerci al minuto 72 fa tremare lo Juventus Stadium con il gol che potrebbe riaprire il match. A chiuderlo invece ne ha la possibilità Lichtsteiner, che però all’85’ sbaglia il rigore nella (probabile) sua ultima partita. Tuttavia il momento più emozionante di Juventus-Verona è la standing ovation per Gigi Buffon alla sua partita con la maglia bianconera dopo 17 anni.

Le formazioni:
Juventus (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Barzagli, Alex Sandro; Pjanic, Marchisio, Sturaro; Dybala, Mandzukic, Douglas Costa. All. Allegri
Hellas Verona (4-4-2): Nicolas; Romulo, Caracciolo, Ferrari, Souprayen; Aarons, Fossati, Danzi, Fares; Matos, Cerci. All. Pecchia



LMT- Scommesse_Bonus_120_Mobile_468x60.gif
Tutta l’emozione si concentra nel prepartita, quando il capitano Buffon fa il giro del campo per salutare i suoi tifosi, al suo fianco per 17 anni. Poi la gara inizia e la prima occasione è per il Verona con Fares, che viene ipnotizzato dal numero 1 bianconero. Poi la Juventus trova le forze fisiche e psicologiche e crea anch’essa. Due volte Manduzkic e Paulo Dybala vanno vicini alla rete, ma sono imprecisi, con l’argentino che prende la traversa. Alla ripresa i bianconeri trovano finalmente la rete con il difensore Rugani che approfitta della respinta imprecisa di Nicolas. Dopo tre minuti è Pjanic a portare la Juventus sul doppio vantaggio grazie alla specialità di casa, il calcio di punizione. Su una situazione di controllo, Allegri decide di far uscire il capitano della Juventus per concedergli la standing ovation del suo pubblico. Ma la partita prosegue e la Juventus si fa trovare impreparata in occasione del gol di Cerci che sembrerebbe riaprire la gara. Si chiude con un rigore concesso alla Juve, calciato e sbagliato da Lichtsteiner nella sua ultima gara con la maglia bianconera. Al fischio finale poi i bianconeri festeggiano nel centro di Torino con il bus (e la pioggia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *