Serie A, 38 giornata. Milan – Fiorentina 5-1

Allo Stadio Giuseppe Meazza in San Siro va in scena MilanFiorentina, match valido per l’ultima giornata di Serie A.

Per quanto riguarda le formazioni, Gattuso schiera il suo Milan con il 4-3-3: Cutrone adattato a destra, l’ex Kalinic di punta e Calhanoglu a sinistra.

Pioli invece mette in campo la sua Fiorentina con un camaleontico 4-4-1-1, modulo con interpreti capaci di trasformarsi a seconda della situazione tattica e del momento. Recuperato Hugo al centro della difesa.

I rossoneri, già aritmeticamente qualificati alla prossima Europa League, vogliono centrare la vittoria per assicurerarsi il sesto posto finale e l’accesso diretto ai gironi, senza dover fare i preliminari da fine luglio.

Al 7’ Milan subito pericoloso: Bonaventura disegna un pallone perfetto per Kessié,  murato in uscita da Sportiello. Sulla respinta Cutrone calcia da posizione defilata ma tira largo, pallone fuori di un soffio.

5 minuti più tardi ci prova ancora Kessiè: l’ivoriano riceve la sponda di Kalinic, prova da fuori il centrocampista, che però manda alto.

Si affaccia anche Kalinic dalle parti di Sportiello: il croato si presenta al tiro dal limite, mancino potente ma non troppo angolato, l’estremo difensore risponde presente. Ci prova poi Bonaventura, ma viene murato.

Al 20’ sono però i Viola ad andare in vantaggio con il Cholito Simeone. Errore di Bonucci in uscita, Chiesa vede un corridoio meraviglioso per il numero 9, che sfugge alle spalle di Rodriguez e batte Donnarumma con un tocco morbido sotto misura.

Pareggia immediatamente il Milan con Hakan Calhanoglu su calcio di punizione: destro teso del turco, che calcia sul palo difeso da Sportiello sorprendendolo.

Al 42’ i rossoneri passano in vantaggio con Patrick Cutrone: a propiziare la rete un ispiratissimo Calhanoglu, che serve un cross teso al centro dell’area, il numero 63 impatta in netto anticipo su Pezzella e angola verso il secondo palo, battendo inesorabilmente Sportiello.

Al 45’ Rodriguez pericoloso: Calhanoglu calcia in verticale alla ricerca di Kalinic, Sportiello mura, sulla ribattuta il numero 68 calcia al volo colpendo il portiere ospite sul petto.

Prima dell’intervallo, Milan vicino al tris con il solito tarantolato Cutrone: tocco arretrato di Kalinic per l’esterno-collo del giovane attaccante, palla che soffia vicinissimo alla porta.

Le squadre fanno appena in tempo a rientrare in campo che subito si assiste al più classico dei gol dell’ex: sul cross di mancino di Calhanoglu, Cutrone ci arriva di testa. Dragowski riesce a salvare e sulla respinta Kalinic brucia Biraghi.

Al 59’ Cutrone serve il poker: Kalinic indemoniato tocca di tacco per Calhanoglu, palla vellutata sulla destra per l’accorrente numero 63, che di piatto batte Dragowski sul primo palo.

Al 66’ il giovane attaccante tutto solo di testa sigla la sua personale tripletta, ma l’arbitro annulla il gol per fuorigioco.

Al 73’ Fiorentina vicino al gol con Benassi: impatto in equilibrio precario, il tiro fischia vicinissimo al palo di Donnarumma.

Prima del fischio finale c’è spazio per il quinto gol del Milan siglato da Jack Bonaventura: bella finta del numero 5, che supera Cristoforo a centrocampo e avanza sulla trequarti, sterzata e destro basso sul quale non è irresistibile Dragowski.

Finisce il match a San Siro: Il Milan vince con un rotondissimo 5-1 sulla Fiorentina e si guadagna il sesto posto, e conseguente accesso diretto alla fase a gironi della prossima Europa League. Ottavo posto finale invece per la squadra di Pioli, uscita oggi sconfitta in maniera molto larga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *