Serie A, recupero 27a giornata. Atalanta-Sampdoria 1-2

Allo stadio Atleti Azzurri d’Italia in Bergamo va in scena AtalantaSampdoria, match valido per il recupero della 27a giornata di Serie A, rinviata per la tragica morte del capitano della Fiorentina Davide Astori.

Momenti opposti quelli che stanno vivendo le due compagini, con i bergamaschi reduci dalle 2 vittorie consecutive contro Verona e Udinese e 7 reti messe a segno; i  blucerchiati vengono invece da 3 sconfitte consecutive.

Poche novità di formazione per l’Atalanta con Gasperini che ritrova tra i pali Berisha e in difesa Mancini. Retroguardia completata da Toloi e Masiello. A centrocampo Castagne con a sinistra Hateboer, c’è Cristante dietro la coppia d’attacco formata da Alejandro Gomez e Andrea Petagna.

Nella SampdoriaGiampaolo schiera dal primo minuto in difesa Bereszynski con Andersen, Ferrari e Murru. Spazio all’ex Crotone Capezzi con Linetty e Praet. Davanti Zapata e Caprari di punta con Alvarez alle loro spalle.

Al 15’ primo squillo della partita. A rendersi pericoloso è Castagne: giocata in velocità dell’Atalanta con Freuler che vede lo scatto del numero 21 bravo ad entrare in area di rigore ma che tutto solo davanti a Viviano spara a lato.

Al 38’ Atalanta ad un passo dal vantaggio con Petagna: perfetto il calcio d’angolo di Gomez per la testa del numero 29 che stacca tutto solo in area di rigore ma trova soltanto la traversa.

I blucerchiati sembrano messi alle corde dalla banda di Gasperini: ci si mette anche la sfortuna a remare contro ai doriani, con Ricky Alvarez costretto ad abbandonare il campo per infortunio. Al suo posto Gaston Ramirez.

Incredibilmente però sono proprio gli uomini di Giampaolo ad andare in vantaggio al 43’ con Caprari: caos difensivo degli orobici, con una serie di rimpalli che favoriscono il numero 9 blucerchiato abile a mandare alle spalle di Berisha con il destro.

Al 47’ la Sampdoria ha l’occasione del raddoppio: parata strepitosa di Berisha sul calcio di punizione partito dal mancino di Gaston Ramirez, il portiere albanese caccia la sfera dall’incrocio dei pali.

Nel secondo tempo l’Atalanta prova subito ad imprimere il suo ritmo per recuperare il risultato di svantaggio dopo la rete realizzata da Gianluca Caprari.

Il forcing atalantino ottiene i suoi frutti al 67’ grazie a Toloi. Calcio di punizione di Gomez dalla sinistra, Barrow fa da sponda per il brasiliano che anticipa Bereszynski ed in spaccata realizza il pari.

Rischia la Sampdoria al 77’ su tentativo di Cristante che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si coordina con il destro non trovando di un soffio la porta.

All’81’ occasione blucerchiata con Caprari: traversone dalla destra di Bereszynski per lo stacco del numero 9 che trova però soltanto il palo della porta di Berisha.

Quando ormai il match sembra avviarsi verso il pareggio, ci pensa Zapata all’84’ a mischiare le carte in tavola: retropassaggio killer di Haas per Masiello che lascia spazio al numero 91, bravo a partire in velocità e scavalcare Berisha con un tocco sotto di pregio.

Rete pesante quella di Duvan Zapata che potrebbe regalare un successo preziosissimo alla formazione di Giampaolo per la corsa all’Europa League.

Termina la sfida dell’Atleti Azzurri d’Italia con la vittoria per 1-2 della Sampdoria sull’Atalanta. Decisiva la rete di Zapata nel finale che riapre la lotta all’Europa League con entrambe le squadre, insieme alla Fiorentina, appaiate a quota 47 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *