Scontri sulla Striscia di Gaza: morti 3 palestinesi e soldato israeliano

Nelle ultime due notti si sono verificati ancora scontri tra Gaza e Israele.

Sono stati lanciati missili e sono partite operazioni di bombardamento aereo. Netanyahu, Primo Ministro israeliano, impegnato in un affare politico all’estero si è visto costretto a rientrare prima in paese. Negli scontri sono stati uccisi 3 palestinesi e 1 soldato israeliano. Circa 9 i feriti israeliani.
Nella notte Gaza ha lanciato continui missili su Israele colpendo la zona del Negev. Israele invece ha risposto con raid aerei contro i palestinesi a Gaza.

Tensione Hamas-Israele

Lo scontro a fuoco nasce dalla forte tensione tra Hamas, che è il partito politico e l’associazione terroristica palestinese e l’esercito israeliano.
Hamas: “Israele è entrato per uccidere il Capo Armato delle Brigate di Ezzedin al Qassam”
Il gruppo armato di Hamas, le Brigate di Ezzedin al Qassam, ha accusato gli israeliani di essersi infiltrati nel territorio palestinese per uccidere Nour Barake, responsabile armato delle Brigate in quella zona. L’uomo comandava il gruppo nella zona est di Khan Younis. Hamas fa sapere: “Questa notte una forza speciale del nemico sionista, è penetrata per tre chilometri in un’auto civile e ha ucciso il capo Nour Barake”.

Lo scontro

I soldati israeliani sono entrati nel territorio palestinese a bordo di un auto travestiti da donne e residenti locali per non essere riconosciuti. Avevano già intercettato Nour Barake. Quindi si sono diretti nella moschea dove l’uomo si trovava in quel momento e l’hanno ucciso.
Dopo l’incursione d’Israele è cominciato lo scontro a fuoco. I palestinesi hanno risposto lanciando 80 missili in soli 20 minuti. L’esercito di Tel Aviv ha contraccambiato con una serie di raid aerei. Ha giustificato l’azione dicendo di aver voluto colpire obiettivi terroristici.

L’obiettivo di Israele

Israele ha voluto uccidere proprio Nour Barake, il responsabile delle Brigate poiché quest’ultimo è ritenuto responsabile dello scavo dei tunnel, del lancio di razzi e di aver ordinato ai suoi cecchini di uccidere e sequestrare soldati israeliani. La vendetta degli israeliani è stata messa in atto e l’uomo è stato ucciso.

Le vittime

I missili palestinesi hanno procurato 7 feriti israeliani. Gli aerei caccia che hanno bombardato la zona di Gaza hanno procurato la morte di 3 palestinesi. Nello scontro è stato colpito anche un pullman israeliano, in cui c’era un giovane 19 enne che è rimasto ferito gravemente. Tra le vittime c’è anche un soldato israeliano. Inoltre l’esercito di Israele fa sapere che c’è un secondo soldato ferito gravemente durante un’azione operativa nel sud-est della Striscia di Gaza.

 

Il Ministro della Difesa israeliano convoca Riunione urgente

Il Ministro della Difesa israeliano Avigor Lieberman ha convocato una riunione urgente e il primo Ministro Benjamin Netanyahu ha anticipato il suo rientro in Paese poiché stava partecipando al Forum della Pace a Parigi, dove aveva incontri con leader di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *