Ritorno quarti di finale di Champions League. Manchester City-Liverpool 1-2

Nel ritorno dei quarti di finale di Champions League, all’Ethiad va in scena lo scontro fra titani tra Manchester City e Liverpool.

Tutto può ancora succedere, nulla è scontato, anche se il risultato dell’andata pesa come un macigno sulle spalle della banda di Pep Guardiola. All’andata infatti il Liverpool si è imposto 3-0 nel match di Anfield, grazie alle reti di Salah, Chamberlain e Mané.

Per quanto riguarda  le formazioni, il Manchester City schiera il 3-4-3, con Ederson in porta. Walker, Otamendi e Laporte saranno i difensori, mentre Bernardo Silva, De Bruyne, Fernandinho e David Silva agiranno a centrocampo. Sterling, Gabriel Jesus e Sané a completare il tridente d’attacco.

Il Liverpool risponde con il solito 4-3-3, con Karius in porta. Alexander-Arnold, Van Dijk, Lovren e Robertson saranno i quattro difensori. Oxlade-Chamberlain, Wijnaldum e Milner agiranno a centrocampo, con Firmino unica punta. Salah e Mané andranno a supporto.

Parte fortissimo il City, deciso a ribaltare il capitombolo inatteso dell’andata. Gabriel Jesus la sblocca subito dopo appena 2 minuti:  Van Dijk perde palla, verticalizzazione per Sterling che mette in mezzo il pallone, il numero 33 controlla e supera Karius

Ritmi subito infernali, il Manchester City ha iniziato con il piede giusto questa gara: Liverpool in confusione in questi primi minuti del match. Gli uomini di Klopp devono invertire il trend.

Al 20’ il City ha una grande occasione per il 2-0: gran tiro-cross di Sterlig per Gabriel Jesus, Karius allontana in qualche maniera.

Al 30’ doppia occasione sui piedi di Bernardo Silva: la difesa del Liverpool è efficace ed evita il gol, il City spinge con tutte le sue forze per ridurre le distanze.

Pochi minuti più tardi, altra grande chance per il numero 20 dei padroni di casa: rientro in area e tiro sul secondo palo, pallone deviato in calcio d’angolo.

Al 41’ palo di Bernardo Silva: il numero 20 compie l’ennesima magia della serata, mettendosi in proprio e calciando sul secondo palo, ma la sfera impatta sul legno.

La sfortuna dei citizens sembra non avere mai fine: al 42’, viene annullato un gol a Sanè per fuorigioco inesistente.

Sul finire del primo tempo, occasione per i Reds con Chamberlain: stupenda accelerazione di Salah che serve il numero 21, portiere saltato, ma la conclusione termina alta.

Finisce un primo tempo a senso unico, con il Manchester City che ha dominato totalmente il match. Gabriel Jesus la sblocca, ma la squadra di Guardiola non ha trovato il secondo gol.

All’inizio della seconda frazione, i Reds agguantano il pareggio grazie allo straordinario Mohamed Salah: dopo un tiro sbagliato di Mané, il pallone arriva all’egiziano, tocco morbido e pallone che si infila nel sacco.

Nonostante il risultato proibitivo (per passare il City dovrebbe vincere 5-1), i padroni di casa ci provano. Ma il gol di Salah è stata una doccia fredda.

Al 77’, passa in vantaggio il Liverpool grazie a Roberto Firmino: il numero 9 entra in area di rigore dalla sinistra, alza la testa e guarda in mezzo, ma sceglie il tiro piazzato. Ederson non può farci nulla, 2-1 per i Reds.

Il City, nonostante il doppio svantaggio, prova a gestire il possesso del pallone. Gli uomini di Guardiola provano a pareggiare il match, ma il discorso qualificazione è praticamente chiuso.

Finisce il match, il Liverpool vince e vola in semifinale: partita incredibile all’Ethiad, il Manchester City, dopo un ottimo primo tempo, non ha trovato la remuntada. Reds avanti nella competizione, insieme alla Roma che ha clamorosamente eliminato il Barcellona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *