PTOF si fa 2.0

Spread the love

PTOF 2019/22 potrà essere compilato online tramite la piattaforma SIDI

Il PTOF del primo triennio finisce con l’anno scolastico 2018/2019. Entro la mese di ottobre del 2018, ossia prima dell’inizio del periodo d’iscrizione nelle scuole superiori, dovrà essere composto il Piano Triennale dell’Offerta Formativa, che potrà essere aggiornato e modificato ogni anno.

Il PTOF

Ricordiamo che con la legge n°107 del 2015 è stato sostituito il POF, il piano dell’offerta formativa annuale, con il PTOF: pano triennale. Il PTOF è la “carata d’identità” della scuola. «Ogni istituzione scolastica predispone, con la partecipazione di tutte le sue componenti, il piano triennale dell’offerta formativa, rivedibile annualmente. Il piano è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia» (Legge n°107 del 2015, art 1 comma 14.1). Non mi soffermo sul temine “offerta”: La scuola offre? La scuola è diventata un esercente commerciale? Magari questo lo approfondiremo in un altro articolo.

Novità di quest’anno

Invece, in questo articolo soffermiamoci sull’ultima novità che concerne il PTOF.

Il Ministero dell’istruzione dell’Università e della Ricerca ha realizzato una piattaforma, il SIDI, «per supportare le scuole nella predisposizione del Piano triennale dell’offerta formativa (PTOF) per il triennio 2019/2022». Il MIUR, nel comunicato stampa, ha affermato che il SIDI è stata a una delle priorità del ministero. Questa piattaforma ha lo scopo di supportare il personale docente, amministrativo, in generale tutto il personale scolastico nell’ammessa a punto del PTOF.

L’utilizzo del SIDI è da considerare volontaria, questo, sempre nel comunicato, per garantire la piena autonomia dei Collegi dei docenti a cui spetta l’elaborazione dell’offerta formativa». Pertanto, la piattaforma è stata concepita il più flessibile possibile per limitare il meno possibile la personalizzazione dei contenuti del PTOF.

Sia il MIUR che l’UU.SS.RR organizzeranno apposti incontri formativi e di supporto all’utilizzo della piattaforma SIDI per docenti e dirigenti scolastici. Inoltre, nella piattaforma vi è un video tutorial e una sezione “FAQ”.

Speriamo solo che questa piattaforma non farà rallentare i tempi come è già accaduto molte volte quando la pubblica amministrazione ha sostituito i processi burocratici con mezzi 2.0. Non sempre la tecnologia può essere d’aiuto a sbrigare e velocizzare i processi della burocrazia.

Marius Veronesi

Marius Veronesi, nato il 17 agosto 1996, romano, studia filosofia presso l’università degli studi di Roma la Sapienza: i sui studi si concentrano nella filosofia teoretica: in particolar modo nello studio dei criteri gnoseologici nell’ambito metafisico. Oltre ad avere la passione per la filosofia, è appassionato di: liturgia, in particolare il rito romano; sociologia e psicologia, in precisione i fenomeni linguistici tra individui in contesto sia psicologico che sociale; musica classica, politica ed economia politica. Vedendo suo padre lavorare nel modo giornalistico, si appassiona e da quest’anno sta incominciando a intraprendere la carriera giornalistica. Già membro del consiglio direttivo dell’associazione “Pro Loco” del paese di Petrella Liri gestendo i social media dell'associazione; dal 2017 ha iniziato a collaborare con l'ufficio stampa dell'associazione culturale "Tota Pulchra"; collabora come freelance con la testata giornalistica “Periodico Daily” dell’associazione culturale di promozione sociale “L’Ancora”.

Marius Veronesi has 11 posts and counting. See all posts by Marius Veronesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *