Marcello Bruzzese, 51 anni, calabrese, l’uomo ucciso a colpi di pistola nel centro storico di Pesaro da due killer incappucciati, era il fratello di un collaboratore di giustizia.

Sfuggì a un precedente agguato di ‘ndrangheta nel luglio del 1995 a Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria. Nell’occasione morirono il padre Domenico e un cognato, il marito di una sorella, mentre lui venne ferito gravemente ma sopravvisse.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here