Il vortice ciclonico mediterraneo, posizionato sul Tirreno a ridosso della Sardegna, favorisce meteo movimentato su alcune regioni della Penisola con piogge e temporali localmente intensi in primis sulle due Isole Maggiori.

Questo ciclone determina fenomeni a carattere prevalente temporalesco, distribuiti in modo irregolare e più frequenti in mare aperto, ma capaci di dar luogo localmente a nubifragi. Nella giornata di domani non sono attese grosse variazioni nella posizione del vortice, che rimarrà quasi stazionario.

L’instabilità dunque penalizzerà grossomodo le medesime zone, con nuove precipitazioni più frequenti in Sardegna, ancora una volta di maggiore sui settori orientali dove non sono da escludere nubifragi. Rovesci anche intensi interesseranno anche la Sicilia.

Proiezioni delle piogge attese dal LAM Meteo Giornale, modello matematico ad alta risoluzione

Variabilità sul resto del Centro-Sud, con molte nubi e precipitazioni temporalesche più probabili al pomeriggio, in particolare sulle aree interne tra Lazio, Abruzzo e Campania. Qualche fenomeno lambirà i settori meridionali di Marche, Umbria e Toscana.

Il meteo sarà invece generalmente soleggiato al Nord e sulle aree più settentrionali del Centro Italia. Continuerà il caldo, con temperature che toccheranno picchi di 31-32 gradi in Val Padana, specie sull’Emilia, ma anche tra Toscana interna, valli dell’Umbria e localmente Alto Lazio.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here