La passione è il mezzo fondamentale per creare qualcosa di bello e di grande!

In questa intervista ho parlato con Silvia, una degli organizzatori di Gothika. E’ una fiera che cade due volte l’anno, in inverno ed in autunno, che raccoglie tutto il mondo alternativo in due giornate full immersion di arte, cultura e spettacoli. Non è un evento di cosplay ma qualcosa di più profondo ed intimo!

  • Come è nata l’idea di creare un evento così grande? Ma soprattutto, voi organizzatori come vi siete incontrati?

Io e Davide ci siamo incontrati nel 1985, mentre io ed Helena ci conosciamo dal 1999, il giorno in cui é nata, perché é mia figlia. Abbiamo fatto molte cose insieme, possiamo definirci impresa familiare anche se Davide non è il mio compagno ma un mio amico e socio. Gothika non é il primo evento che organizziamo, e nemmeno il più grande, anzi dopo aver fatto Yggdrasil ci sembra di giocare alle Barbie con questo. In passato abbiamo avuto anche un ristorante medievale, inoltre abbiamo uno stand di cibo vegano e spesso andiamo negli eventi ad esporre, vendiamo l’idromele anche online.

L’idea dell’evento è di Davide, abbiamo iniziato con Yggdrasil, un festival medievale di grandi dimensioni, che abbiamo fatto due volte, ma purtroppo sostenerne le spese non è possibile perchè i fondi che abbiamo non sono molti, anzi.

Seppur Gothika sia un evento più “facile” rispetto ad Yggdrasil, comunque è un impegno quasi a tempo pieno. E’ un progetto a cui ci applichiamo con tutte le nostre risorse, come sono sempre gli eventi se vengono fatti per bene, ma ci sembra molto facile da fare e tutto fila sempre liscio, anche perchè nelle fiere ci son molte meno spese. Ormai io e Davide abbiamo quasi 50 anni e ne abbiamo vistedi tutti i colori nella nostra vita.

  • Gothika è un evento che non riguarda solo l’ambiente goth ma ingloba diversi di stili di vita. Voi organizzatori siete in prima persona seguaci di questi stili di vita?

In realtà la fiera ha una forte presenza di goth, di steampunk ce ne sono pochissimi circa 40 persone, ed anche il fantasy va molto poco, quello che va davvero molto è il gotico e la stregoneria. Noi siamo estremamente convinti dell’importanza di promuovere, soprattutto tra i giovani, uno stile di vita alternativo, perché noi siamo molto alternativi; siamo dei vecchi hippie. Io ho seguito il movimento goth e medievale per decenni, si puó dire che quasi tutti i miei amici facevano parte di questa subcultura, sono naturopata e sono sempre stata particolarmente alternativa.  

  • Parliamo di come Gothika è impostata, in una precedente e-mail mi hai accennato che non fosse un evento di cosplay ma è un qualcosa che va più in profondità, quasi un evento che entra nell’intimodelle persone. Vuoi parlarci della filosofia della fiera???

Organizzare eventi é un impegno verso la societá, perché, come abbiamo visto ad Yggdrasil, un evento può cambiare le persone, puó aprire le porte e le menti verso un’altra realtá. Noi siamo persone profonde, la nostra vocazione é quella di farsi avanti per il bene del popolo, di aprire lestrade del futuro, scuotere i dormienti e aiutare i risvegliati a trovare il loro habitat. La filosofia della fiera é dare un luogo e uno spazio e unapossibilitá di espressione agli amanti del gothic, a coloro che questa filosofia, questo stile lo vivono di giorno in giorno. E qui parlo sia dei visitatori che degli espositori, perché a Gothika ci sono molti artisti, autori, artigiani e altre persone meravigliosamente creative che da noi trovano un modo per esprimersi e anche guadagnarsi un tozzo di pane con la loro arte. Nella nostra epoca, dove non viene mai dato credito all´artista, tantomeno a quello alternativo, goth o horror, é importante che anche queste voci trovino un ascolto da parte di chi le apprezza. Noi forniamo il luogo e il momento di incontro tra chi offre e chi cerca, che é appunto la fiera stessa, che offre ai visitatori abiti, gioielli  e accessori artigianali, arte, cultura e musica goth e stili simili.

  • Per questa terza edizione ci saranno anche dei convegni, sai già dirci di cosa tratteranno e chisaranno i relatori?

Ci saranno diverse conferenze, non convegni, eventualmente qualche workshop e qualche dimostrazione. Tratteranno tutti argomenti goth, steampunk e fantasy, ad esempio ci saranno degli autori di libri goth che presenteranno le loro opere, poi ci saranno alcuni esperti in varie materie che terranno delle conferenze ad esempio sulle streghe e cose simili, e poi stiamo decidendo che workshops offrire, ad esempio ieri abbiamo parlato di un workshop sull’arte, cioé in pratica insegnamo ai partecipanti come si disegnano isoggetti fantasy. Peró non ti dico altro altrimenti rovino la sorpresa! Un pó alla volta verranno pubblicate le locandine delle varie conferenze. La sala conferenze sará dedicata interamente a quello e sará attiva tutto il giorno ed entrambi i giorni.

  • Durante l’evento si parlerà anche di wicca,quindi della stregoneria bianca, e della filosofia che circonda questo mondo naturale (inteso come derivante dalla natura)?

Sí un pó, alcune conferenze sfioreranno l´argomento, senza peró approfondirlo particolarmente perché, come forse ti sei accorta, ogni edizione di Gothika ha un particolare tema, e questa é dedicata alla cultura, nel senso di libri e simili, mentre l’edizione che come tema portante avrá il wicca e l´esoterica in generale sará piú avanti.

  • Perché secondo te in Italia, eventi comequesto, non ce ne sono a differenza di altre zone magari dell’Europa? Puòessere un fattore culturale? Ovviamente secondo una tua opinione e ciò chevedi.

Noi spesso lavoriamo con lo stand al nord, ad esempio in Germania e anche in Inghilterra, e notiamo delle grosse differenze con l’Italia. Sí, sicuramente é un fattore culturale, la cultura goth si é sviluppata al nord, inizialmente in Inghilterra, e si é propagata nel nord Europa, poi al centro e ora sta arrivando in Italia, con qualche decennio di ritardo rispetto al nord delle alpi. Succede spesso cosí anche con le altre subculture. Non so esattamente perché ma ho osservato che é cosí. E comunque molto spesso le cose non arrivano mai uguali anzi spesso sono completamente diverse, accade anche così per il cibo che magari compriamo le stesse cose in Germania o in Svizzera, qui hanno un gusto diverso più scadente.

  • A volte chi non conosce la cultura gotica, non conosce il mondo wicca, il dark etc. un po’ si “spaventa” quando ci siritrova circondato. È davvero così spaventoso questo mondo?

Sí probabilmente, per chi non accetta i propri sentimenti é tutto spaventoso, anche l´atmosfera del tramonto che é similmente romantica come i paesaggi gotici. La gente ignorante e insicura ha sempre avuto paura diqualsiasi cosa fosse diversa, perché essa ci confronta con noi stessi, mette in discussione i nostri valori, le nostre credenze, ed é scomodo mettersi in discussione, potrebbe anche darsi che capissimo che stiamo sbagliando, e ammetterlo sarebbe ancora piu´ scomodo, meglio evitare e attorniarsi solo di gente mediocre e uguale a noi. Per me quelli possono tranquillamente stare a casa, noi offriamo qualcosa a chi sa apprezzare. Ci vuole coraggio ad accettare la parte oscura di noi stessi.

  • Durante queste settimane, prima chearrivino i giorni della fiera, parleremo di vari argomenti che saranno un po’ il fulcro dell’evento, quale è quello che senti più tuo?

Mah,  in realtá tutti perché finora li ho scelti tutti io, poi ce ne saranno alcuni che sviluppa Davide ma non so ancora cosa sará. Peró forse su alcuni so piú cose che su altri, per esempio sulla moda goth perché l´ho vissuta in prima persona per trent´anni, ma anche sull´esoterica perché anche questo mondo lo conosco da circa vent´anni. Io ho iniziato a praticare la magia nel 2000 per poi evolvermi ed usare forme piu´sottili di manipolazione dell´energia e della materia . Non é nulla di speciale, noi tutti lo facciamo tutti i giorni, solo io ne sonoconsapevole. Tutti noi siamo artefici del nostro mondo al 100%, i pensieri diventano sentimenti, i sentimenti azioni, le azioni formano il nostro ambiente, il nostro ambiente forma il nostro mondo.

  • Mi è capitato di ascoltare discorsi da chi magari non conosce questi mondi così, chiamiamoli, oscuri, che non è sano portare dei bambini perché è un mondo negativo. Io da mamma non sono d’accordo, ma sono una mamma alternativa. Mi piacerebbe avere in merito una tua opinione.

Gothika non é una fiera per bambini, ma non perché non siasano per loro, perché é un ambiente molto piu´sano di altri come ad esempio i centri commerciali, semplicemente perché si annoiano, perché Gothika offre livelli di cultura abbastanza elevati che, un bambino nella sua semplicitá, non apprezza ancora. Peró venire con i bambini per qualche ora la domenica é sicuramente una buona idea. Stiamo anche pensando a qualche attrazione piu´a misura di bambino per la domenica. All´edizione di febbraio non ci sono nemmeno particolari artisti horror o altre cose che potrebbero spaventarli, mentre in autunno eventualmente sí, quindi a chi ha bambini piccoli consiglio di venire in febbraio la domenica durante il giorno. Apriamo alle 11 con un bellissimo e fornitissimo mercato, per pranzo ci sono vari stand gastronomici dove si possono gustare pietanze sia con carne che vegane, salate e dolci, anche moltissime a misura di bambino come patatine fritte e altre cose sfiziose, poi si trovano bevande di tutti i tipi, anche calde come la cioccolata calda con la panna, e poi nel pomeriggio ci saranno varie attrazioni a misura di famiglia, seppure sempre rigorosamente a tema goth e steampunk ma sicuramente nonoscure.  Sconsiglio di portare i bambini al DJ set la sera, non perchè possa accadere qualcosa, ma essendoci alcolici preferiamo non ci siano minorenni. C’è una cosa che ci tengo a dire, questo è un mondo di persone pacifiche, chi viene alla fiera sono i seguaci di questi stili che almeno in questa situazione possono sentirsi liberi di essere se stessi. Noi è questo che promuoviamo.

  • Parlando di organizzazione, so che conl’agenzia Earth Spirit organizzate altri eventi oltre il Gothika, ti va diparlarcene?

Se hai qualche ora ti parlo di Yggdrasil. 😀

 E´ un evento meraviglioso, che ti trasporta davvero in altri tempi, in un´altra dimensione. E’ uno di quegli eventi che, per rientrarci con le spese, ci vorrebbero 10.000 persone, purtroppo l’affluenza non ci ha permesso di farne altre edizioni. Yggdrasil è un evento che apre la mente, eleva la consapevolezza e ti lascia piu´ricca dentro. Penso che sarebbe meglio che te ne parlassero le persone che hanno partecipato, ma in ogni caso a parole non si riuscirá mai a rendere l´ideaneanche lontanamente. Yggdrasil bisogna viverlo. Non ti posso dire quando sará la prossima edizione, né dove. Peró puoi guardare il sito dove trovi molte informazioni e anche le foto delle scorse edizioni. Ti consiglio anche diguardare i commenti dei visitatori sugli eventi, se riesci ancora a trovarli.

Inoltre abbiamo organizzato un mercato di natale l´anno scorso e Davide, con altri, ne sta organizzando uno quest´anno. Io non voglio fare troppi eventi perché mi vorrei dedicare anche alla mia professione, che é naturopata, io faccio medicina tradizionale cinese, erbe medicinali e alimentazione. Sto anche scrivendo un libro di ricette. Inoltre abbiamo una bancarella anche noi, quella ci serve per guadagnarci da vivere, perché con gli eventi non guadagniamo, lo facciamo proprio per passione.

Sito Ufficiale Yggdrasil

Gothika

Link Correlati: https://www.periodicodaily.com/gothika-la-fiera-dark-sta-per-tornare/

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here