Europeo multi disciplina altre medaglie azzurre

Europeo multi disciplina altre medaglie azzurre.

Continua il buon Europeo multi discipline per l’Italia.

Ieri pesante medaglia d’oro nel ciclismo su  strada visto il lotto di avversarie.

A vincere è stata Marta Bastianelli 31 anni di Velletri. Diversi titoli in pista e alcune vittorie nelle gare di un giorno. Sempre lontanissima dalle prime nelle grandi corse a tappe (82esima nel 2017 al giro d’Italia).

Seconda la pluricampionessa olandese Vos.

Altro oro di giornata con Alessandro Miressi davanti a Scott (GBR) e al francese Metella.

Il nuoto sincronizzato italiano continua ad essere una certezza con l’ennesima medaglia (argento) nel Combination free routine ovvero la prova di squadra.

Ancora medaglie anche nel canottaggio dove Clara Guerra  terza e Martino Goretti secondo hanno vinto la medaglia nel singolo. Altro bronzo nel duo pesi leggeri dietro a Norvegia e Irlanda.

Nella vasca lunga, Paltinieri debilitato dalla febbre cede il trono al tedesco Wellbrok arrivando terzo dietro anche all’ucraino Romanchuk.

Arianna Castiglioni ha vinto il bronzo nei 100 rana. Abbassare il tempo di finale di oltre un secondo rispetto 6 settimane fa (bronzo ai giochi del mediterraneo) non è bastato per battere Efimova e Meilutyte. Bronzo per Burdisso nei 200 farfalla e per la staffetta maschile 4×200 stile libero.

Prova dignitosa per le ragazze della ginnastica artistica ma nessuna medaglia.

Oggi 4 bronzi per l’Italia. Pizzini  terzo nei 200 rana dietro a Chupkov  e Wilby.

La staffetta mista 4×100 terza dietro a britannici e russi.

Altri due terzi posti nel sincronizzato nel singolo e nel tecnico di squadra. In entrambe le gare dietro a Russia e Ucraina. Qualche “aiutino” verso le russe avrebbe penalizzato le italiane secondo alcuni “esperti del settore” ma comunque un buon europeo per il sincronizzato italiano.

A rischio di non conformità alcuni record nazionali (anche due italiani) e due record mondiali nel nuoto per un problema con i sensori collegati al cronometro. Medaglie non in discussione ma i vari primati da quelli personali ai due mondiali sono a rischio come ad esempio nell’atletica quando vengono certificate le medaglie ma crono e misure non convalidate per troppo vento a favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *