Drake: “Scorpion” il nuovo album – Recensione

Spread the love

Il ragazzo è tornato. Drake ha appena pubblicato il suo quinto album in studio, Scorpion , il seguito del suo album del 2017 “More Life“. Con un’importante implementazione, inclusi video accattivanti per i brani di “God’s Plan“, “Nice For What” ed “I’m Upset“, Drake mira a diventare più forte, più concentrato e più giusto che mai.

L’album si compone di 25 tracce ed è stato suddiviso in due parti, nella prima dove sono inserite le canzoni dove esce la parte più rap, mentre nella seconda l’artista mostra il suo lato più morbido. Da una parte, si rivolge duramente alle sue operazioni di settore ed è pieno del Drake che i suoi fans hanno imparato ad amare.

Drake non perde tempo ad indirizzare il suo vociferato figlio sulla quarta traccia dell’album “Emotionless“. “Non nascondevo mio figlio al mondo, nascondevo il mondo a mio figlio”, interrompe un brano campione di Mariah Carey che proclama la sua paternità (più avanti nel dettaglio sull’album più vicino e la traccia di dedica “March 14“). Il lato A termina con il brano “Talk It Up”insieme all’amico Jay-Z.

D’altra parte, Drake arriva fino in fondo ai suoi sentimenti nella seconda parte di Scorpion, dove trovano spazio brani come “Boss Ass Bitch” di Nicki Minaj e “After Dark” insieme ai Static Major e Ty Dolla $ign. Sicuramente uno dei brani migliori di tutto l’album è  “In My Feelings“, ma la cosa più memorabile di Scorpion  è “Do Not Matter To Me” in duetto con lo scomparso ma sempre presente Michael Jackson.

Scorpion termina con “March 14”, una resa dei conti estesa con la paternità, un brano dove l’artista litiga con la madre di suo figlio: “Unico padre, odio quando lo sento / Ero solito sfidare i miei genitori in ogni album / Ora sono imbarazzato nel dirlo che sono diventato un genitore / Ho sempre promesso l’unità di famiglia / Volevo che fosse diverso perché l’ho passato. ” alcune delle scritture più vulnerabili della sua carriera, ed è la prova che da Drake ci si può attendere di tutto. Voto 4/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *