Il conduttore RAI Fabrizio Frizzi muore a causa di unʼemorragia cerebrale

Come tutti ben ricorderanno, lo scorso 23 ottobre il noto conduttore Fabrizio Frizzi, fù improvvisamente colpito da un’ischemia durante una delle tante registrazione del programma “LʼEredità“. In seguito scoprì di avere una malattia che, coraggiosamente, iniziò a curare e  nonostante ciò riprese a lavorare in tv con, apparente, tranquillità.

Il 5 febbraio scorso, Frizzi, ha compiuto 60 anni e gli auguri di compleanno insieme a quelli di pronta guarigione sono giunti da ogni parte della televisione italiana. A proposito della  malattia confessò: “Non è ancora finita. Se guarirò, racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò testimone della ricerca. Ora è la ricerca che mi sta aiutando”.

Stanotte, all’ospedale Sant’Andrea di Roma, una fatale emorragia cerebrale ha stroncato la vita del sessantenne. A darne il triste annuncio è un comunicato firmata dalla moglie Carlotta Trevisan, dal fratello Fabio e da tutti i familiari: “Grazie Fabrizio per tutto l’amore che ci hai donato”.

Indubbiamente uno dei volti più amati dal pubblico italiano la cui scomparsa ha, letteralmente, scioccato tutta l’azienda RAI per la quale lo stesso conduttore lavorava da ormai più di 30 anni.

«Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano, non scompare solo un grande artista e uomo di spettacolo, con Fabrizio se ne va un caro amico, una persona che ci ha insegnato l’amore per il lavoro e per l’essere squadra, sempre attento e rispettoso verso il pubblico . Se ne va l’uomo dei sorrisi e degli abbracci per tutti. L’interprete straordinario del coraggio e della voglia di vivere. È impossibile in questo momento esprimere tutto quello che la scomparsa di Fabrizio suscita in ognuno di noi. Così la Rai tutta, con la presidente Monica Maggioni e il direttore generale Mario Orfeo, può solo stringersi attorno a Carlotta e alla sua famiglia in questo momento di immenso dolore».

Ricordato per la sua professionalità, la sua dolcezza, la sua gentilezza e la sua umiltà, Fabrizio lascia grande sgomento non solo in ambiente televisivo. ‘Una persona normale con un lavoro pubblico’, definito cosi da chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *