Uguaglianza dei sessi: il caso dell’età paterna

L’età media al primo figlio tra donne e uomini nei paesi sviluppati è aumentata negli ultimi quarant’anni.

Se finora l’attenzione era rivolta solo all’età della donna, adesso non dovrà essere più così.

Secondo uno studio pubblicato online su The BMJ, non solo l’età del papà  influenza la salute del nascituro, ma  ha effetti anche sulla madre.

Khandwala e colleghi della Stanford University in California, hanno condotto uno studio di coorte retrospettivo utilizzando i dati del National Vital Statistics System. Tutti i 40.529.905 nati vivi negli Stati Uniti tra il 2007 e il 2016 sono stati valutati per esaminare la relazione tra anzianità paterna e esiti avversi perinatali materni e infantili.

Parto prematuro, basso peso alla nascita e basso punteggio di Apgar .

Questi sembrano essere i risultati e non solo. Considerando anche l’età materna, i bambini nati da padri di età pari o superiore a 45 anni rispetto a quelli nati da padri di età compresa tra 25 e 34 anni hanno aumentato le probabilità di accesso a un’unità di terapia intensiva neonatale. Inoltre, hanno avuto il 14% di probabilità in più di nascita prematura e il 18% di probabilità in più di avere convulsioni.

Il 13,2% delle nascite premature  e il 14,5% di neonati a basso peso corporeo sono stati generati da un padre in età avanzata.

Addirittura i bambini nati da padri di 55 anni e più hanno avuto un rischio significativamente maggiore di richiedere cure mediche aggiuntive dopo la nascita. La probabilità di dover ricorrere alla ventilazione assistita sono aumentate del 10%  e le probabilità di richiedere l’ingresso del nascituro all’unità di terapia intensiva neonatale sono aumentate del 28%.

Le madri con i partner più anziani hanno un aumento del rischio di diabete gestazionale.

Fino ad ora era noto soltanto che l’invecchiamento materno si associa all’aborto spontaneo, alle complicazioni in gravidanza, alle anomalie genetiche e all’aumento della mortalità prenatale. Il ruolo maschile era circoscritto oltre al fattore genetico, al problema della fertilità. Ora nella pianificazione di una famiglia bisognerà tener conto anche dell’orologio biologico maschile.

 

 

Antonella Falabella

Dai numeri alle lettere e dal bianco e nero al rosa. Alla ricerca continua del cambiamento!

Antonella Falabella has 188 posts and counting. See all posts by Antonella Falabella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *