Bologna ormai è pronta alla visita di domenica 1 ottobre di Papa Francesco.
Una lunga giornata che porterà il pontefice in giro per vari luoghi simbolici del capoluogo emiliano
.

La visita inizierà con l’atterraggio dell’elicottero vaticano presso la sede del giornale “Il Resto del Carlino” situata a poca distanza del Centro di prima accoglienza HUB Mattei, situato nell’omonima via. Già da mesi il Pontefice aveva espresso il desiderio di vedere e conoscere in prima persona il centro di accoglienza più grande dell’Emilia Romagna che attualmente ospita circa 500 ospiti di varie nazionalità (principalmente nigeriani, ivorani, eritrei, bengalesi e pachistani) ma che ha visto nei momenti di forte picco degli sbarchi sulle nostre coste un picco di quasi 1000 persone.
Qui Papa Francesco si fermerà per circa un’ora per condividere momenti di riflessione, conoscenza e preghiera con gli ospiti e con i e le lavoratrici della struttura.

La visita del Papa nel capoluogo emiliano, che non vede la presenza ufficiale di un Pontefice da vent’anni (l’ultimo fu Papa Wojityla) continuerà in Piazza Maggiore dove sarà recitato l’Angelus alle 12 davanti ad un massimo di 5 mila persone (per motivi di sicurezza e ordine pubblico) e alle 12.30 nella Basilica di San Petronio dove si terrà il pranzo solidale con le persone bisognose (mille persone selezionate dalla Curia), pasto che secondo le indiscrezioni sarà tradizionale ma rispettoso di tutte le religioni (ad esempio privo della carne di maiale per le persone di fede musulmana).

La visita papale nella città emiliana continuerà alle 14.30 nella Cattedrale di San Pietro in via Indipendenza con i rappresentati religiosi, preti suore frati e diaconi, e alle 15.30 gli universitari dell’Università di Bologna (che hanno richiesto precedentemente l’invito) potranno incontrare Papa Bergoglio in Piazza San Domenico.

Il corteo papale si trasferirà in questa intensissima giornata dal Centro Storico allo Stadio Dall’Ara (praticamente al lato opposto della città rispetto l’HUB regionale di via Mattei), percorrendo via Marsili, via Urbana, via Saragozza, via De Coubertin, via Andrea Costa e via Dello Sport, dove verrà celebrata la Santa Messa davanti a circa 45 mila persone (chiunque può partecipare ma è necessario l’accreditamento sul sito www.1ottobre2017.it).


Il Papa lascerà Bologna ripartendo poi dall’eliporto del Centro Sportivo Corticelli di via Zoni.

Una visita, quella di domenica 1 ottobre (a pochi giorni dai festeggiamenti per il patrono del capoluogo emiliano, San Petronio il 4 ottobre) che sconvolgerà in maniera massiccia la viabilità cittadina.
Circa 160 le strade bolognesi che per motivi di sicurezza avranno un divieto di rimozione forzata e due le uscite della tangenziale che verranno chiuse l’uscita 11 in carreggiata sud dalle 14 di sabato fino le 20 di domenica e l’uscita 11bis in carreggiata nord chiusa dalle 7 alle 12 di domenica.

Tutte le restanti uscite non subiranno modifiche e consentiranno l’avvicinamento al centro storico, che avrà comunque una forte limitazione nei tracciati dei percorsi degli autobus, drasticamente coinvolti nelle modifiche. (cliccare qui per controllare sul sito Tper le tratte coinvolte e le modifiche).

 

Non si conosce esattamente il numero di persone che domenica 1 ottobre affluiranno nel capoluogo emiliano per la visita papale, ma per garantire un miglior afflusso e deflusso dei visitatori Trenitalia e Tper (l’azienda dei trasporti pubblici locali che si occupa anche di trasporto civile su rotaia) in collaborazione con Regione Emilia Romagna e comune offriranno 44 treni in più (rispetto al classico orario domenicale) coincidenti soprattutto con un orario utile per assistere alla recita dell’Angelus nella piazza principale della città.

Dalla Stazione Centrale del capoluogo verrà anche attivata appositamente la Navetta 1 per coloro che invece avranno come destinazione il “Dall’Ara” (fermerà in via Tolmino a circa 700 dallo stadio e sarà attiva con una frequenza di circa 7 minuti dalle 10 alle 21.30 con una pausa dalle  16.30 alle 19). Altre due navette verranno invece attivate dalle 8.00 alle   21.30 la Navetta 2 (Parcheggi Parco Nord, Manifattura, Costituzione – Stazione – P. Martiri) con una frequenza di una  ogni  circa  10  minuti e la Navetta 3 (Parcheggio Unipol Arena a Casalecchio di Reno– Via Don Sturzo / Funivia, a circa 900 m dallo Stadio).
Una curiosità per chi non potrà incontrare il Pontefice nelle sue varie tappe cittadine.
Dopo la visita all’ HUB regionale di Via Mattei Papa Francesco si dirigerà verso via Massarenti dove intorno alle 11.40 la Papamobile verrà scoperta all’altezza della Chiesa di Santa Rita, con direzione Piazza Maggiore, passando dopo la via che ospita la chiesa in via San Vitale e via Rizzoli (tutte chiuse al traffico automobilistico).
Per sdrammatizzare la rivoluzione della consueta quiete domenicale bolognese, c’è chi ha ricreato per scherzo (ma in modo anonimo) una mappa del capoluogo emiliano, ribattezzando le singole zone cittadine ricollegando cosi ogni singola peculiarità di ogni abitato alla visita papale di domenica.

 

 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here