Eurovision 2018: Le Big Five e Portogallo

Spread the love

L’Italia, la Francia, la Germania, la Spagna ed il Regno Unito sono note come le “Big Five” dell’Eurovision Song Contest, in quanto sono i maggiori sostenitori finanziari della competizione, sono qualificati di diritto alla serata finale insieme al paese  ospitante, che quest’anno è il Portogallo.

Ogni anno si scatena il dibattito sull’eventualità che le Big Five dell’Eurovision siano avvantaggiate o svantaggiate dal non partecipare alle semifinali dell’Eurovision. Le canzoni ottengono meno visibilità rispetto alle altre avendo una sola esibizione da dentro o fuori. Una piccola clip di ogni paese delle Big Five appare negli atti dell’intervallo delle due semifinali mentre molte persone votano le canzoni da portare in finale. Più spesso che no, dall’introduzione delle semifinali, le Big Five hanno faticato a farsi strada. La Germania lo scorso anno non è andata molto bene e peggio di lei ha fatto la Spagna che si è classificata all’ultimo posto.

Allora, che dire dei Big Five di quest’anno e del Portogallo che ospita la manifestazione? Il filmato completo delle prove  non è online sul canale ufficiale di YouTube, quindi ecco il nostro primo sguardo sul motivo per cui potrebbero mancare o meno sul quadro di valutazione dell’Eurovision prima di vedere come saranno messe in scena le canzoni.

LE BIG FIVE

Regno Unito: SuRie – Storm

SuRie e la delegazione del Regno Unito hanno lavorato duramente per creare il palcoscenico perfetto per Storm ed hanno svolto un lavoro eccezionale. SuRie è molto bella ed è padrona del palcoscenico, indossando un solo abito bianco. E’ molto attenta alla sua voce. Sabato sicuramente arriverà un buon piazzamento, anche se la concorrenza è molto dura.

Francia: Madame Monsieur – Mercy

Anche quest’anno la Francia canterà nella loro propria lingua madre, il testo del brano parla della situazione dei rifugiati sfollati che attraversano il Mar Mediterraneo per arrivare in Europa.  Racconta la storia di Mercy, una bambina nata su una barca di salvataggio dopo che sua madre è stata salvata. È potente, elegante ed arriverà nei piani alti della classifica. Questa potrebbe essere una delle potenziali canzoni vincitrici della manifestazione.

Germania: Michael Schulte – You Let Me Walk Alone

I confronti tra Ed Sheeran sono iniziati non appena è stato scelto You Let Me Walk Alone di Michael Schulte come voce rappresentante della Germania per l’Eurovision Song Contest della Germania. La  canzone è un mid-tempo che racconta la perdita di un genitore, è una canzone emotivamente molto  potente. La messa in scena utilizza schermi a LED, una rarità quest’anno e funziona bene. La Germania per due anni di seguito si è classificata all’ultimo posto della classifica nel 2015 e nel 2016, risultato sfiorato nel 2017. Per quest’anno le speranze sono alte per un discreto risultato e Michael dovrebbe  ed è stata di nuovo l’ultima volta nel 2016, prima di finire uno in basso nel 2017 ma le speranze per quest’anno sono alte per un risultato decente, e Michael Schulte dovrebbe scalare il tabellone quest’anno.

Italia: Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non Mi Avete Fatto Niente

Come la Francia, l’Italia va ben oltre la politica della pace e l’inutilità di guerre inutili. Come la Francia, l’Italia canta nella propria lingua nazionale, e durante la performance ci saranno delle sovrapposizioni per mostrare i testi in 15 lingue. Parole e musica sono di grandi impatto e i due artisti sono padroni del palcoscenico. Non Mi Avete Fatto Niente la conoscono tutti e da quando è rientrata all’Eurovision ha sempre ottenuto buoni risultati. Dopo la vittoria mancata nel 2015 e nel 2017, Ermal e Fabrizio porteranno a casa la vittoria? Difficile da pensare.

Spagna: Amaia y Alfred – Tu Cancion

La Spagna ha portato quest’anno un classico brano Disney, è una dolce canzone d’amore che sarebbe usata come colonna sonora per una dichiarazione d’amore. Dopo il disastro dell’Eurovision 2017, la Spagna per il 2018 ha segnato un nuovo e spera di essere la sorpresa di quest’anno. Tu Cancion è una bellissima ballata che cresce piano piano e si accende nel finale. La chimica tra Amaia e Alfred sul palco migliora di prova in prova e con la giusta messa in scena, potrebbe arrivare il miglior risultato per gli spagnoli dopo diversi anni.

Portogallo: Claudia Pascoal – O Jardim

La nazione ospitante del Portogallo non ha mai raggiunto la top five della classifica finale all’Eurovision fino all’incredibile vittoria dello scorso anno con Salvador Sobral. Claudia Pascoal farà tutto il possibile per ripetere quel successo nella sua Lisbona con una canzone molto intima cantata interamente in portoghese.  Cantando in portoghese, il testo sarà difficile da comprendere ma la performance lascia all’immaginazione. C’è dolore, tristezza e speranza ed il brano ha un forte impatto. Claudia è fantastica sul palco e rimane fedele alla performance che le ha fatto guadagnare il biglietto per l’Eurovision in Portogallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *