Serie B, 33a giornata. I risultati

Spread the love

Ascoli – Bari 1-0

Nell’anticipo della 33a giornata di Serie B, allo stadio Del Duca si sfidano Ascoli e Bari.

Da una parte il Bari, reduce dal convincente 3-0 rifilato al Brescia nel turno precedente. Dall’altra l’Ascoli, che ha conquistato 4 punti nelle ultime 2 gare contro Spezia e Ternana.

Cosmi punta sul 3-5-2, con Varela e Monachello in attacco; a centrocampo Mogos e Pinto saranno i due esterni, con Buzzegoli, Addae e Martinho al centro. In difesa recuperato Mengoni: con lui, avanti ad Agazzi, giocheranno Padella e Gigliotti.

4-3-3 per Fabio Grosso, in attacco Cissé, Nené ed Improta. A centrocampo Petriccione e Tello agiranno ai lati di Henderson. In difesa, infine, linea a quattro composta da Anderson, Marrone, Empereur e Sabelli.

Al 5’ minuto Ascoli in vantaggio: passaggio corto dalla bandierina, Pinto appoggianverso Buzzegoli che fa partire un’anima verso il primo palo. Pallone imprendibile per Micai, bianconeri avanti per 1-0.

Non si fa attendere la risposta dei pugliesi. All’8’, cross di Improta dalla destra per l’inserimento in area di Cissé: colpo di testa del numero 18, che non inquadra lo specchio della porta.

Al 13’, Ascoli vicino al 2-0 con Varela: il numero dieci bianconero attacca la profondità e calcia in diagonale, tiro potente e di poco impreciso.

Al 22’ grave errore difensivo di Empereur, che concede una grande occasione da rete a Monachello: l’attaccante bianconero, però, angola troppo il tiro e spreca la rete del 2-0.

5 minuti più tardi, prima vera palla-gol per i pugliesi. Improta serve Nené che, da posizione defilata, calcia in diagonale e bene: Agazzi si distende e devia il pallone.

Al 36’ sventola da fuori da parte di Henderson, dopo ottima sponda di Nené: Agazzi probabilmente devia la sfera in maniera provvidenziale, ma l’arbitro assegna solo il rinvio dal fondo.

1 minuto più tardi si salva ancora l’Ascoli grazie ad un’uscita determinante di Agazzi che salva il risultato con un super intervento su Improta.

Al 39’ rapido capovolgimento di fronte, con Monachello che rientra sul sinistro al limite dell’area di rigore e tenta la conclusione sul secondo palo: Micai, in tuffo, devia il pallone.

Nel secondo tempo ancora pericoloso l’attaccante numero 27 bianconero: Pinto fa partire un cross dalla sinistra che pesca sul primo palo Monachello, tiro di prima intenzione, neutralizzato da Micai.

Al 72’ occasione Bari: pallone vagante nell’area di rigore dell’Ascoli, con Agazzi che riesce a metterci una pezza. Poi Mogos allontana la minaccia.

Al 78’ Ascoli vicino al gol: tiro-cross di Gigliotti, con il pallone che attraversa tutta l’area piccola di rigore del Bari: Addae, in ritardo, non riesce a realizzare il 2-0.

All’83’ rischio massimo per la squadra di casa: calcio di punizione velenoso di Iocolano, con un paio di deviazioni all’interno dell’area di rigore. Se la cava la difesa bianconera.

Finisce 1-0: grande vittoria per l’Ascoli, adesso l’impresa salvezza diventa possibile.

Virtus Entella – Palermo 1-2

Al Comunale di Chiavari va in scena Virtus EntellaPalermo, sfida valida per la 33a giornata di serie B.

Per quanto riguarda le formazioni, moduli speculari per entrambe le squadre. Nell’Entella spazio al 3-5-2 con De Santis preferito ad Aliji, e la coppia De Luca-La Mantia in avanti. Il Palermo, invece, si affida alla stessa squadra che ha battuto il Carpi con la sola novità Struna al posto di Dawidowicz.

All’8’ il primo squillo dell’incontro è del Palermo. Azione manovrata sulla destra, cross di Rispoli sul limite dell’area per La Gumina che si gira spalle alla porta e calcia. Iacobucci blocca a terra.

Al 15’ il Palermo colpisce una traversa con Rispoli ma il numero 3 è in fuorigioco.

2 minuti più tardi i rosanero passano in vantaggio con La GuminaCoronado da terra riesce a servire il numero 20 che parte tra Cremonesi e Gatto e batte Iacobucci con un potente destro.

Al 28’ prima vera chance per l’Entella con un colpo di testa da distanza ravvicinata di Ardizzone, Pomini blocca senza difficoltà.

Al 41’ grande occasione per De Luca, la migliore del primo tempo dell’Entella. Giocata profonda di Ardizzone, sbaglia Rajkovic e regala palla al numero 10 che prova un diagonale da posizione defilata. Palla di poco sopra la traversa.

Inizia bene il secondo tempo l’Entella con il solito De Luca che colpisce al volo su cross di Gatto, ma senza centrare la porta.

Al 62’ ghiotta occasione per i liguri sugli sviluppi di un calcio di punizione con il colpo di testa di La Mantia. Palla di poco a lato.

Al 75’ il Palermo trova il raddoppio grazie ad un autogol di De Santis: Sfortunato il difensore dell’Entella che, provando a fermare l’inserimento di Gnahoré, beffa Iacobucci con un pallonetto.

Prima del fischio finale prova a riaprirla l’Entella con Gatto bravo a spiazzare Pomini vista la deviazione di un giocatore del Palermo.

Finisce 1-2: vittoria sofferta del Palermo che espugna il Comunale di Chiavari contro un’Entella encomiabile che esce dal campo a testa alta, ma senza punti.

Avellino – Parma 1-2

Lo stadio Partenio Lombardi è teatro di scontro tra Avellino e Parma, match che rientra nella 33a giornata di Serie B.

Per le formazioni, Novellino manda i suoi in campo con un 4-4-1. Tra i pali ci sarà Lezzerini (scuola Fiorentina). In attacco c’è Castaldo, alle cui spalle agirà Asencio.

Il Parma risponde con il solito modulo, il 4-3-h3. Tanto turnover per D’Aversa, che pensa anche al match di lunedì con il Palermo. Davanti il tridente con Insigne, Calaiò e Baraye.

Al 4’ Parma già in vantaggio: Sul corner, la difesa avellinese perde totalmente Gagliolo, che tutto solo non può sbagliare di testa davanti a Lezzerini.

4 minuti più tardi i ducali siglano il raddoppio: Barillà da due passi è abile a metterla dentro.

Al 16’ Parma vicinissimo al gol su punizione con Calaió , Lezzerini devia in angolo.

Al 34’ bell’azione dell’Avellino con Asencio che anticipa Di Cesare e fa gol a porta vuota: 1-2 al Partenio.

Sul finire del primo tempo, grande occasione per i campani. Spizzata di Asencio per Castaldo, che tocca a sua volta, si inserisce Cabezas, ma la conclusione del sudamericano finisce solo sull’esterno della rete.

Nel secondo tempo, il Parma  anche un palo. Azione molto confusa dei gialloblu, con Insigne che va al cross. Il pallone sbatte su Di Tacchio, con Lezzerini messo fuori causa : palo pieno.

Finisce 2-1 il match del Partenio. Succede tutto nel primo tempo: il Parma si porta sul 2-0 in pochi minuti, poi l’Avellino accorcia con Asencio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *