Ristrutturare casa: come beneficiare delle detrazioni fiscali

Spread the love

Stai cercando consigli utili per ristrutturare la tua casa? Bene, sei capitato proprio nella giusta ed utile guida dato che potrai risolvere tutti i tuoi dubbi in merito all’iter di valutazione dei consigli, idee, bonus, costi e possibilità di fruire delle detrazioni fiscali per procedere con il “restyling” della tua abitazione. Seguici e scopri come fare.

Acquistare e ristrutturare un immobile: come fare?

Acquistare un immobile ad uso residenziale comporta la necessità di ristrutturarlo ad hoc per renderlo davvero carino, abitabile e personalizzabile in base alle esigenze proprie e quelle della famiglia. Tuttavia, vi è subito una sorta di “riluttanza” a prendere in considerazione la possibilità di ristrutturare l’abitazione per i costi e gli oneri da sostenere. Il “peso” dei costi di ristrutturazione sul bilancio familiare gioca un ruolo di assoluto rilievo, per questo motivo bisogna tenerne debitamente conto.

La crisi economica ed occupazionale degli ultimi anni ha fatto sì che moltissime siano le persone che non possono permettersi una casa “chiavi in mano” o che non trovino immobili subito pronti ad uso abitativo. Per tutti questi motivi economici, la ristrutturazione deve essere vista come un’oculata combinazione di scelte e strategie ponderate in base al budget disponibile ed alle pretese estetiche e funzionali di ogni persona e famiglia.

Lavori di ristrutturazione: considerazioni olistiche da valutare

I lavori di ristrutturazione della propria abitazione non devono avere necessariamente la finalità di revisionare ogni ambiente di casa. Ogni modifica che deve essere apportata deve avere lo scopo di ristrutturare e rendere abitabili e funzionali le “zone critiche” dell’immobile; facciamo riferimento soprattutto alla cucina ed al bagno.
Ti starai già domandando “perché proprio la cucina ed il bagno?” Pensaci bene, sono gli ambienti in cui vivi di più, sono quelli che richiedono maggiore funzionalità e le sollecitazioni quotidiane ne determinano una maggiore usura. Di qua, capisci bene che sono gli ambienti che richiedono maggiore attenzione e comportano necessariamente un esborso maggiore di risorse economiche.

Ci possono essere casi in cui l’abitazione richieda la demolizione di muri o muretti oppure l’inserimento di elementi architettonici che richiedono necessariamente permessi al Comune, progetti e l’intervento di un architetto con l’impresa edile. Questo richiede una buona dose di tempo e di denaro nella ricerca e comparazione dei preventivi per eseguire ad hoc i lavori di ristrutturazione edilizia. Oltre, a questi lavori di ristrutturazione vera e propria, occorre considerare anche quelli di manutenzione ordinaria come la ritinteggiatura delle pareti domestiche, la sostituzione dei pavimenti e la scelta dell’arredamento e del mobilio.

Aspetti “tipicizzanti” della ristrutturazione: quali elementi considerare?

Fin qui ti sei già fatto un’idea sulla complessità degli aspetti estetici e funzionali che devi prendere in considerazione per procedere al successo della ristrutturazione della tua abitazione. Ma scendiamo più in dettaglio e cerchiamo di sintetizzare i punti chiave ed elementi della ristrutturazione edilizia da considerare:
impianto di riscaldamento, si tratta di una scelta tecnologica che incide sulla vivibilità dell’abitazione, oltre che sul budget. Si può optare per l’impianto a pavimento o per un impianto aereo;
impianto di illuminazione, si tratta di una scelta da ponderare in base ai vari ambienti della casa. La camera da letto necessita di una diversa luminosità rispetto alla cucina ed al salotto di casa. A seconda delle esigenze possono essere create delle “zone d’ombra” per rendere la dimora un gioco di “chiaro-scuro”.
rifiniture e scelta dei materiali, non meno importanti dato che hanno un ruolo estetico e di qualità davvero importante per la buona riuscita della ristrutturazione. Il risultato della ristrutturazione abitativa richiede una valutazione adeguata dei migliori materiali,
colori e rifiniture da optare per rendere la casa davvero funzionale e decorativa, un vero e proprio “gioiellino” di grande valore aggiunto;
arredamento e mobili, ultimo elemento da scegliere quanto muri e pavimenti saranno finite, occorre abbinare e valutare la giusta quantità di mobili da inserire in ogni ambiente di casa. Un utile consiglio vivi gli spazi di casa e non sovraccaricare troppo l’abitazione, lo spazio ha un ruolo rilevante per la funzionalità, specie se hai dei bambini.

Come risparmiare sui lavori di ristrutturazione: incentivi e detrazioni

Siamo giunti al punto “dolente”: come poter ristrutturare risparmiando? In tempi di crisi, occorre essere parsimoniosi e, per questo, occorre appellarci al buon senso, al dovere e agli incentivi fiscali approntati dalla normativa.
Lavori semplici come la demolizione delle pareti, la tinteggiatura delle stesse, la rimozione del vecchio pavimento non necessitano di particolare esperienza e potrai permettere di risparmiare qualche centinaia di euro con la strategia del “fai da te”. Inoltre, se esegui lavori di ristrutturazione edilizia, è possibile recuperare una parte della somma spesa grazie alla detrazione dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche, l’IRPEF.
In particolare: puoi recuperare il 50% del capitale investito, fino ad un limite massimo di 96.000 euro, per lavori effettuati dal 26 giugno del 2012 al 31 dicembre del 2017. Puoi recuperare il 36% delle spese sostenute per i lavori iniziati dal 1 gennaio del 2018 fino al raggiungimento del tetto di spesa di 48.000 euro.

Jacqueline Facconti

Dr.ssa Facconti Jacqueline. Redattore, Web Editor e Web Content Manager, collabora con varie testate e magazine professionali, cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione, tecnologia e merceologia. Laurea magistrale in Strategia, Management & Controllo conseguita con votazione 110 e lode, Laurea in Economia Aziendale conseguita con 110 e Lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *