Lazio – Fiorentina 1-1: De Vrij non basta, Babacar firma il pari al 93′

0
33

La Var frena la nella sua corsa Champions: Massa concede un rigore in pieno recupero alla per un fallo di Caicedo su Pezzella: realizza e all’Olimpico finisce 1-1.

Al triplice fischio finale il ds biancoceleste Tare scende in campo per chiedere spiegazioni all’arbitro della sua decisione: “Ma cosa hai visto?” si legge dal labiale del direttore sportivo laziale.

E’ una furia l’albanese che chiede numi sul perché non abbia consultato la Var anche nel primo tempo per un fallo subito da Parolo nell’area viola.

Massa si allontana senza rispondere, così resta la rabbia per una vittoria mancata in modo ingenuo.

La squadra di Inzaghi ha la colpa di non aver chiuso la partita: una gara non semplice caratterizzata da tanti errori d’impostazione.

I biancocelesti hanno ancora qualche tossina in corpo e così non sono fluidi nella manovra. Luis Alberto è ingabbiato e deve arretrare il suo raggio d’azione, mentre Immobile è soffocato e non trova lo spunto giusto.

Anche a centrocampo Parolo non trova mai la posizione e vaga senza meta: nel primo tempo reclama per un rigore netto non dato, mentre nella ripresa ha la chance per chiudere la gara con un colpo di testa ma è bravo Sportiello.

La Lazio non trova il colpo del ko e Inzaghi manda dentro Caicedo per avere più peso in avanti, ma l’ecuadoregno risulta decisivo per la Fiorentina: al 93′ l’attaccante sudamericano commette un inopinato fallo in area su Pezzella e la Var decreta il di rigore: dal dischetto Babacar, di precisione,  non sbaglia.

Il pareggio porta la Lazio a 29 punti, quinta e sempre a -2 dalla Roma, e la Fiorentina a 18.

LASCIA UN COMMENTO