Negrita: “Adios Paranoia” anticipa album e tour

Adios Paranoia il nuovo singolo dei Negrita. Ad aprile tre imperdibili concerti

0
80

E’ uscito in rotazione radiofonica negli store digitali e piattaforme streaming “Adios Paranoia” il nuovo singolo dei Negrita che anticipa la pubblicazione del nuovo album prevista per il prossimo anno.

Il nuovo brano è stato scritto e composto dagli stessi Negrita mentre è stato prodotto da Fabrizio Barbacci. Ed è con queste parole che la band di Pau e compagni presentano il nuovo singolo: “Quando entri in una band, sottoscrivi delle regole non dette che saranno l’ABC del tuo futuro. Le regole variano da band a band. Nei Negrita vige da sempre la regola dei 3\3. Un terzo attitudine, un altro contenuti e l’ultimo, se non il primo, è il sound”.

Nel 2018 la band sarà in . Al momento sono tre i annunciati che si terranno il prossimo aprile. I Negrita eseguiranno live i brani del nuovo album ed i loro principali successi, le date sono fissate per Il 10 aprile  all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno  Bologna, il 12 aprile al Palalottomatica di Roma ed il 14 la band sarà al Forum di Assago Milano.

biglietti per assistere ai concerti saranno in prevendita dal 20 novembre alle ore 10.00 in anteprima per gli iscritti al Fan Club ufficiale e dal 22 novembre alle ore 10.00 su TicketOne.it 

Adios Paranoia – Audio

Adios Paranoia – Testo

Meridiana di sangue, sangue e dolore
estate di polvere, asfalto e sudore
un’aquila vola tra nuvole e cielo
io cosa sono, io cosa ero
oltre la linea di questa frontiera
spettri di sogni, latte e lamiera
pezzi d’America di un Dio minore
i radicalex con in mano il cuore.

lo sanno tutti su questo furgone
nuovo orizzonte, nuova stagione
e il fuoco su tutto come Nerone
un colpo di coda, forte e piazzato
quando sembra tutto finito
quando sembra tutto finito
come i dire che hai fallito.

Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Adios Paranoia
stiamo andando in Messico
Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
de Dios, ma è veramente il Messico?

San Diego di sapeva di festa
mille elicotteri sopra la testa
Vegas, porta dell’inferno,
Con la moquette che puzza d’eterno
Oltre la valle, su una duna
una barca appesa alla
luci, ricordi e cielo stellato
chissà cosa ero e sono mai stato.

Ma è tempo di golpe, rivoluzione
un esercito in furgone
un altro orizzonte, la visione
il fuoco su tutto come Nerone
un colpo di coda, forte e piazzato
quando sembra tutto finito
quando sembra tutto finito
come dire che hai fallito

Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Adios Paranoia
stiamo andando in Messico
Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Madre de Dios, ma è veramente il Messico?
Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Santa Maria, stiamo andando in Messico
Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Oh mamma mia, estoy yendo in Mexico

Nel mezzo di un deserto, attratti da un miraggio
ti accorgi che la vita è questione di coraggio
cambiare pelle è dura, il vuoto fa paura
ma scegli argento o piombo davanti allo strapiombo

Adios Paranoia
stiamo andando in Messico
Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Madre de Dios, ma è veramente il Messico?
Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Santa Maria, stiamo andando in Messico
Oh oh oh oh, uoh oh oh oh
Oh mamma mia, I’m going down to Mexico

LASCIA UN COMMENTO