Spread the love
Nella 13esima giornata della Serie B, allo Stadio Benito Stirpe si è giocato il big-match Frosinone-Parma con entrambe che, insieme all’Empoli occupavano il secondo posto con 20 punti, a 2 lunghezze dal Palermo, fermato dal Pescara nell’anticipo.
I ciociari, reduci dal pari di Venezia, hanno vinto solo una volta nelle ultime 7 giornate e Longo ha dovuto far a meno di Gori e Soddimo oltreché di Paganini, mentre gli ospiti provenivano da 3 vittorie consecutive e hanno schierato la stessa formazione delle ultime 2 uscite.
Si è imposto il Frosinone 2 a 1 grazie ai gol di Maiello, che ha sfruttato una papera di Frattali, e Ciano, autore di una splendida punizione, mentre per il Parma c’è stata un autorete dello stesso Maiello.
Per quanto riguarda la cronaca, i ciociari iniziano in modo deciso ed all’8′ passano in vantaggio con Maiello che si accentra e carica il destro dai 30 metri, Frattali interviene malamente e regala la rete ai ragazzi di Longo: primo centro stagionale per il centrocampista napoletano.
Il Frosinone continua a spingere ed il Parma fatica a reagire.
Al 21′ Sammarco scambia con Daniel Ciofani e serve Dionisi in area, l’attaccante canarino calcia col destro, ma Frattali para in 2 tempi.
Al 26′ Dionisi si procura una punizione sulla trequarti, Ciano si incarica della battuta e il pallone scavalca la barriera insaccandosi nel sette: per il fantasista si tratta del quarto centro in campionato.
Al 29′ il Frosinone sfiora il terzo gol con Daniel Ciofani che calcia da posizione defilata, ma la sfera termina di un soffio a lato.
Due minuti dopo, Sammarco ha la peggio dopo un contrasto con Gagliolo e non potendo proseguire esce dal campo in barella, così 3 minuti dopo viene sostituito da Besea.
Al 37′ il Parma accorcia le distanze: da un corner basso di Scozzarella, prolungato da Munari, Maiello, nel tentativo di anticipare Lucarelli, devia alle spalle di Bardi.
Una volta dimezzato lo svantaggio, il Parma continua a spingere a caccia del pari.
Nel finale della prima frazione aumentano i nervi: Beghetto litiga con Scavone ed Insigne, col direttore di gara, il signor Nasca di Bari, che cerca di sedare gli animi.
Nel secondo tempo, nei primi 5 minuti il Parma sfiora il pareggio in 2 occasioni, prima con Scozzarella che batte un punizione dal limite dell’area, ma Bardi si distende e respinge, poi con un siluro di Insigne da fuori, ed il portiere giallazzurro intercetta coi pugni.
Al 53′ anche il Frosinone, con Terranova va vicino alla terza marcatura, ma da posizione favorevole non inquadra lo specchio della porta.
Al 60′ c’è un’altra occasione per i Ducali: cross dalla sinistra di Gagliolo, torsione di Scavone, con la sfera che termina di poco a lato, così come, al 69′ da un cross dalla destra di Mazzocchi, Baraye fa da torre per la girata al volo di Calaiò, ma la conclusione viene murata.
Al 75′ Ciano batte un angolo, ma i ciociari protestano per un tocco di gomito di Gagliolo, con Nasca che lascia proseguire.
All’81’ c’è un occasione per il Frosinone: Matteo Ciofani e Ciano dialogano sulla destra, quest’ultima scarica per Daniel Ciofani che conclude a colpo sicuro, ma l’espertissimo Alessandro Lucarelli, si oppone col corpo.
Il Parma tenta gli assalti finali, mentre il Frosinone chiude tutti gli spazi, ed alla fine riesce a portar a casa il prezioso successo.

Altri articoli che potrebbero interessarti: