Attentato Kabul, sale il bilancio delle vittime

0
20

Sale a 72 e 55 il bilancio complessivo di questo nuovo giorno di atroci carneficine in Afghanistan, dove due moschee, una sciita a ed una sunnita nella provincia occidentale di Ghor, sono state prese di mira da due che sono riusciti a farsi esplodere in mezzo fedeli in preghiera.

A Kabul il luogo preciso dell’ è stata la dell’Imam Zaman dove l’attentatore, che nascondeva sotto i vestiti dell’esplosivo, si è intrufolato tra i fedeli e mescolandosi con la gente ha aspettato il momento giusto e il posto giusto prima di cominciare a sparare sulla folla e poi farsi saltare in Italia.
Il portavoce del ministero dell’interno, Najib Danish, ha fatto sapere che le vittime, tra cui anche donne e bambini, sono state 39 ed i feriti 45. Una decina di feriti sono stati portati nell’ospedale di Emergency di Gino Strada, dove  una è morta subito dopo il ricovero.

La moschea in questione è frequentata da musulmani sciiti, e aveva subito un attacco gia il 25 agosto scorso, da un commando armato, protagonista di uno scontro a fuoco di quattro ore con le forze di sicurezza afghane. I morti furono in quella occasione oltre 30, e i feriti 80.

Nello stesso momento in cui Kabul subiva l’attentato, nella piccola provincia occidentale di Ghor, un altro kamikaze, che intendeva prendere di mira Fazal Ahmad, un comandante di una milizia locale rimasto poi effettivamente ucciso, è entrato in una moschea sunnita mentre tutti pregavano e ha fatto scoppiare l’esplosivo che aveva indosso.
Per raggiungere il suo obiettivo però, ha precisato Danish, «l’attentatore suicida non si è fatto scrupolo di sacrificare la vita di 33 civili innocenti, ferendone altri dieci».

Il duplice attentato ha scosso il presidente della repubblica Ashraf Ghani, che lo ha definito «un crimine contro l’umanità e contrario ai valori dell’Islam». I suoi autori, ha ancora detto, «puntano alla divisione degli afghani, che però nonostante questo resteranno uniti».

Fino a poco fa i due episodi non erano stati rivendicati, anche se il Site, sito di monitoraggio dell’estremismo islamico, ha notato i festeggiamenti per l’accaduto di alcuni organi online appartengono ai movimenti radicali musulmani.

LASCIA UN COMMENTO