Calcio, la Nazionale batte l’Albania e accede al play-off: ragazzi mondiali

0
39

Contro tutto e contro miliardi di parole senza senso, l’Italia ha ottenuto il pass per giocarsi la possibilità di qualificarsi al Mondiale di Russia 2018.

Soffrendo? Giocando ancora una volta tra mille difficoltà? Non importa, perché ciò che occorreva era riuscirci, era il risultato finale, era la vittoria che mancava, per continuare l’avventura di questo gruppo, che ha perso solo contro la Spagna e meriterebbe a priori di presentarsi in Russia.

I detrattori, coloro che si professavano intenditori di , potevano tacere, perché le critiche becere, rivolte in un momento delicatissimo per la squadra non sono costruttive, ma servono solo a minare un ambiente, che avrebbe bisogno di maggiore fiducia e la spinta di ogni connazionale.

E invece, fino all’ultimo, qualcuno ha creduto che l’Italia avrebbe fallito l’appuntamento; perché non riesce ad esprimere gioco e perché, evidentemente, non ha un commissario tecnico appartenente alla nobiltà calcistica italiana.

Si è addirittura pensato di sostituire con , iniettando il germe della malevolenza, dell’ingratitudine, della disconoscenza, dell’ignoranza.

Il destino, però, ha fatto tacere costoro e le ignobili, vergognose illazioni, indirizzate al tecnico azzurro, che ha incassato senza batter ciglio, prima di dare un calcio ad Oriali e liberarsi della rabbia accumulata in questo periodo.

Una soddisfazione per lui e tutti i ragazzi che hanno contribuito a compiere questo passo per nulla scontato, che premia il svolto, nonostante alcune prestazioni decisamente rivedibili.

Ora è necessario solo recuperare le energie per affrontare al meglio lo spareggio di Novembre, finendo l’opera con la strameritata qualificazione al Mondiale.

Non importa chi sarà la prossima avversaria: conterà solo andare in campo ed oltre ogni ostacolo.

LASCIA UN COMMENTO