Calcio, l’Italia non va oltre il pari con la Macedonia: soddisfatti e rimborsati

0
37

A che serve recriminare una prestazione che è valsa solo a consolidare il secondo posto nel girone? Quali critiche feroci potrebbero rivolgersi in questo particolare momento della stagione a e ai giocatori?

Il fatto di aver giocato una brutta gara? La modesta qualità espressa? La preoccupazione di non centrare almeno l’obiettivo dello spareggio di Novembre?

Perché intendiamoci, la Nazionale poteva anche giocare meglio, vincere la gara con la Macedonia, ma non avrebbe comunque mai potuto compiere miracoli sportivi, come quelli banalmente ipotizzati da critici fantomatici.

Nel non si può improvvisare e la Spagna, in questo momento, ha meccanismi di gioco sufficientemente collaudati per battere chiunque.

Però, poi arrivano i tornei, quelli veri, ed è lì che l’ deve davvero dimostrare di essere una grande , di rappresentare una Nazione che ha vinto quattro Mondiali di calcio.

Ora non si possono chiedere passi più lunghi della gamba; i giocatori convocati, tutti indistintamente, hanno dato il loro contributo alla causa, hanno vinto partite importanti e per nulla scontate.

Forse, e qui si potrebbe discutere in merito, hanno approcciato tatticamente male la partita in Spagna, schierandosi un pò troppo azzardatamente, rischiando più del dovuto.

Ma Ventura, e i nazionali, hanno svolto normalmente ciò che era nelle loro possibilità.

La Spagna, e ciò qualcuno lo dimentica spesso, ha fallito come noi, se non più di noi gli ultimi appuntamenti ufficiali, esibendo prestazioni indecorose per la bontà degli interpreti di quelle selezioni.

Eppure oggi, Lopetegui e i suoi gioielli, si sono meritati la qualificazione, sperando di poter replicare quanto di buono hanno fatto in questi due anni.

Ventura, viceversa, per ora non può esultare come il suo collega spagnolo, ma ha ancora un ultimo ostacolo da superare, prima di poter cominciare a lavorare in proiezione Mondiale.

Non è vero che si son perse le certezze acquisite prima della sconfitta con gli iberici; piuttosto, quella serata al Bernabeu, ha sancito ufficialmente la chiusura del girone.

L’Italia ha raggiunto il secondo posto ed è stata giustamente premiata con uno spareggio da giocarsi.

Dunque, queste partite hanno allenato la squadra, le prossime potrebbero valere un Mondiale.

 

LASCIA UN COMMENTO