Terrore a Parigi, l’ombra dell’Isis sulle elezioni di domenica prossima

Presidente francese Hollande: "E' attentato", lo Stato Islamico rivendica.

0
31

Una è avvenuta, questa sera attorno alle ore 21, nella zona centrale di , degli Champs -Elysees, davanti al grande magazzino britannico “Marks & Spencer”.

Secondo la ricostruzione del Ministero dell’Interno, un uomo sarebbe sceso da un auto e avrebbe iniziato a sparare, probabilmente alcuni colpi di kalashinikov, contro un’auto con tre poliziotti a bordo che stavano svolgendo normali controlli.

Due di loro sono rimasti feriti e uno è morto, mentre l’aggressore, che aveva preannunciato la sua azione sui social network, è stato ucciso nel conflitto a fuoco.

Fonti investigative hanno parlato di “ contro la polizia” e di “atto isolato”, smentendo la voce di una seconda sparatoria in un altra parte della città.

I gendarmi hanno perquisito, inoltre, l’abitazione del definito, dagli 007, “un soggetto radicalizzato”.

Il Presidente francese, Fracnois Hollande, ha convocato una riunione d’emergenza, all’Eliseo, dei servizi di sicurezza e ha parlato alla nazione. Ha confermato che si è trattato di un attentato terroristico e ha affermato che sarà reso un omaggio nazionale alle vittime. “Il sostegno della nazione deve essere fortissimo verso i gendarmi”, ha sottolineato, ribadendo l’impegno per garantire la sicurezza soprattutto in vista delle elezioni presidenziali di domenica prossima.

L’ avrebbe rivendicato intanto, secondo i media, l’attacco di questa sera nella capitale francese.

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il suo omologo americano, Donald , hanno espresso il proprio cordoglio per l’accaduto durante la conferenza stampa, alla Casa Bianca, al termine del loro faccia a faccia.

 

LASCIA UN COMMENTO