Latte e formaggi, da domani obbligo di etichetta con origine della materia prima

0
37


 

Una svolta storica per la difesa del made in Italy. Da domani 19 aprile, infatti, su e sarà obbligatoria l’ che ne indica l’.

Scatta in l’obbligo di indicare in etichetta su tutte le confezioni dei prodotti lattiero-caseari, l’origine delle materie prime in maniera chiara, visibile e facilmente leggibile.

L’obbligo dell’indicazione in etichetta arriva a tre mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto firmato dai ministri delle politiche Agricole Maurizio e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, in attuazione del regolamento Ue n. 1169/2011.

“Stiamo lavorando per estendere l’obbligo dell’origine in etichetta anche ad altre filiere, a partire da grano, pasta e riso. Spingeremo con forza affinché questo modello si affermi a livello europeo” afferma il ministro Martina.

Lo stesso ministro Martina sarà domani alla sede Coldiretti a , in via XXIV Maggio, con Roberto Moncalvo, presidente dell’associazione, per spiegare le nuove etichette e aiutare così i consumatori a fare acquisti consapevoli.

Da domani quindi su tutte le confezioni di latte e prodotti lattiero-caseari dovrà essere indicato il Paese in cui il latte è stato munto e quello in cui è stato condizionato o trasformato. Se tutto è avvenuto in Italia la dicitura sarà: «Origine del latte: Italia». Altrimenti potrà essere scritto «latte di Paesi Ue» (se tutte le fasi sono avvenute in , anche in paesi differenti), «latte condizionato o trasformato in Paesi Ue» oppure «Paesi non Ue». Sono esclusi i prodotti Dop e Igp che sono già tracciati da disciplinare.

Coldiretti: “Momento storico. Tre confezioni su quattro di latte a lunga conservazione sono straniere, ma nessuno lo sa”

L’Italia è il più grande importatore di latte nel mondo e da domani con il nuovo ne vedremo delle belle!

LASCIA UN COMMENTO